I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Sahara Occidentale, la Spagna approva il piano del Marocco. Protesta l’Algeria

Sulla questione relativa alla sua ex colonia del Sahara Occidentale, la Spagna ha sempre cercato di tenere una posizione equidistante fra la rivendicazione di sovranità avanzata dal Marocco e il favore dato dall’Algeria agli indipendentisti del Fronte Polisario. Tuttavia, qualche settimana fa Madrid ha approvato il piano che darebbe l’autonomia al Sahara Occidentale considerandolo parte integrante del Regno del Marocco: gli abitanti della regione, i sahrawi, gestirebbero l’amministrazione degli affari interni, ma la politica estera e di difesa sarebbe appunto nella mani di Rabat. Fino ad oggi, la Spagna sosteneva che la questione avrebbe potuto essere risolta solamente con un referendum da effettuare sotto l’egida della Nazioni Unite, ma ora dà il benestare alla proposta marocchina: in una lettera al sovrano Muhammad VI il premier spagnolo Pedro Sánchez l’ha definita come l’iniziativa più seria, realistica e attendibile per mettere fine alla contesa. A sua volta, il Ministro degli Esteri marocchino si è detto lieto per l’impegno costruttivo dimostrato dalla Spagna che dà luogo a una road map chiara e ambiziosa per rafforzare le relazioni bilaterali. L’ambasciatore marocchino Karima Benyaich torna così a Madrid dopo 10 mesi di crisi diplomatica fra i due Paesi. La tensione era salita in particolare dopo che la Spagna aveva acconsentito a ospitare in una struttura sanitaria Brahim Ghali, leader del Fronte Polisario: le rimostranze marocchine avevano condotto alla destituzione di Arancha González Laya dal dicastero degli Esteri, rimpiazzata così dall’attuale ministro José Manuel Albares.

Adesso a protestare è l’Algeria, che appoggia il Fronte Polisario (ovvero il Frente Popular de Liberación de Saguía el Hamra y Río de Oro), l’organizzazione che lotta per la completa indipendenza del Sahara Occidentale o meglio della Repubblica Araba Democratica dei Sahrawi. Quest’ultima ha definito la decisione spagnola come un “serio sbaglio” che consegna al Marocco il controllo sulle rotte dei migranti africani verso l’Europa. Algeri ha condannato “l’improvvisa inversione a U della Spagna e ha richiamato il suo ambasciatore  in segno di reclamo per l’approvazione al piano del Marocco. Da Madrid però fanno sapere di avere preventivamente informato gli algerini del cambio di posizione ufficiale rispetto alla questione, aggiungendo che per la Spagna, l’Algeria è un partner strategico, prioritario e affidabile col quale intendiamo mantenere un rapporto privilegiato. Comunque è il Marocco ad aver ottenuto l’ennesima vittoria strategica, che fa seguito al riconoscimento dato dagli Stati Uniti sotto l’amministrazione Trump al controllo marocchino sul Sahara Occidentale, confermato recentemente da Biden. Il consenso americano era arrivato in conseguenza della normalizzazione dei rapporti di Rabat con Israele.

Condividi questo post

Vive a Mosca dal 2006. Traduttore dal russo e dall’inglese, insegnante di lingua italiana. Dal 2015 conduce la video-rassegna della Giordano Brokerage-EST, in cui racconta le notizie positive sulla Russia e sulla cooperazione tra Italia e Russia che vengono ignorate o travisate dalla stampa italiana. 

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password