I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

L’albero dell’Europa, un ciliegio a Milano simbolo della solidarietà

“Questo ciliegio conferma la nostra attenzione alle sfide legate ai grandi cambiamenti climatici, allo sviluppo ecosostenibile e alla solidarietà in questo momento storico caratterizzato dalla guerra in Ucraina. Rappresenta i valori di solidarietà per cui Regione Lombardia si è impegnata e continua ad impegnarsi, insieme al volontariato e alle istituzioni per dare una mano a tutti i poveri Ucraini che sono stati costretti a scappare dalla loro patria”. Lo ha dichiarato a Strumenti Politici il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine dell’evento “L’Albero dell’Europa” oggi, lunedì 30 maggio, nel giardino di via Gaetano di Castilla presso l’area del Bosco Verticale a Milano. Una cerimonia simbolica per affermare i valori europei, durante la quale, è stato piantato un ciliegio donato dal Comune di Milano alle istituzioni europee. “Simbolo della vita, l’albero ricorda i valori della pace e della solidarietà che i popoli europei e le loro istituzioni hanno supportato durante la pandemia Covid-19 ed ora nei confronti dei cittadini in fuga dalla guerra in Ucraina. Simboleggia qualcosa che esiste realmente. Oggi si inaugurano i centri europei sul territorio, l’iniziativa Europe Direct, un primo punto di contatto dei cittadini su tutto il territorio europeo per conoscere l’Unione europea e le opportunità che offre, soprattutto fuori dalle capitali e dalle grandi città. Per noi è importantissimo comunicare con il territorio e questi uffici come nostri partner ci danno l’opportunità di essere ovunque, raggiungendo il maggior numero di cittadini. Siamo qua per visitare tutti questi uffici per capire come possiamo lavorare insieme nei prossimi anni”. Ha aggiunto ai nostri microfoni il capo della Direzione generale della comunicazione del Parlamento europeo Stephen Clark a margine dell’evento, sottolineando che “l’Italia è un Paese fondatore dell’Unione Europea e come tale condivide pienamente i valori europei sebbene la politica di tutti i giorni può andare in un senso o nell’altro. Il popolo italiano è un popolo europeo attaccato ai principi dell’Unione: attaccamento alla democrazia, i valori di solidarietà per cui siamo qui oggi, i diritti fondamentali di cui tutti godiamo, ossia la libertà in tutti i sensi”.

All’evento hanno preso parte anche le assessore al Verde del Comune di Milano e del Comune di Bergamo, la direttrice generale della comunicazione della Commissione europea, Pia Ahrenkilde Hansen, e i consoli di alcuni paesi europei a Milano. Proprio la Hansen durante il suo discorso inaugurale ha riaffermato i principi dell’UE, il suo fermo rigetto all’aggressione non provocata della Russia all’Ucraina e l’importanza di raggiungere quanto prima la pace, simboleggiata appunto dal ciliegio, simbolo della vita. La direttrice generale ha rimarcato attraverso un video le azioni concrete che i popoli europei hanno messo in atto in nome dell’aiuto reciproco, durante le dolorose vicende della crisi pandemica prima, e dell’aggressione all’Ucraina poi. Hansen ha voluto ricordare anche Anna Politkovskaja, la giornalista russa uccisa nel 2006 per aver testimoniato la verità sugli orrori della guerra in Cecenia, a cui la città di Milano ha dedicato una piazza, poco distante dal bosco verticale dove si è svolto l’evento, ribadendo i valori della libertà di stampa e dell’informazione, nonché l’impegno delle istituzioni europee in difesa dei giornalisti e nel contrastare la disinformazione.

Condividi questo post

Nata nelle Marche nel 1988. Giornalista pubblicista, vive a Tunisi dove sta studiando arabo mentre partecipa alle vicende libiche. Corrispondente per “Notizie Geopolitiche”, Tripoli è stata la sua prima esperienza come inviata di guerra. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratrice presso il quotidiano di approfondimento “L’Indro”. Ho commentato la crisi libica per diversi canali del Golfo (218 TV, Sky News Arabia, Libya’s Channel e Libya al-Hadath) ed italiani (TgCom24, SkyTg24, Uno mattina, Tg Rai, Radio Domani, Radio Anch’io, Radio in Blu). È autrice di “Speciale Libia”, una piattaforma dedicata al Paese nordafricano. Scrive di Medio Oriente e Nord Africa, dal terrorismo al lablabi.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password