I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Singapore, passi avanti nei progetti di sviluppo delle energie sostenibili

L’Autorità del Mercato dell’Energia (EMA) di Singapore ha ammesso gli studenti del ciclo di istruzione superiore alla Energy Grand Challenge (Youth) 2022, competizione finalizzata allo sviluppo di soluzioni energetiche sostenibili in collaborazione con compagnie del calibro di Keppel Infrastructure, Schneider Electric e Sembcorp Industries. L’amministratore delegato della EMA Ngiam Shih Chun ha dichiarato: date le aspirazioni di Singapore alla decarbonizzazione del suo settore energetico entro il 2050, concedere l’opportunità agli studenti di essere co-creatori di soluzioni insieme all’industria potrebbe suscitare nuove prospettive per la riduzione delle emissioni di carbonio. In particolare, saranno gli studenti degli istituti tecnici, dei politecnici e delle università autonome a proporre “soluzioni di energia sostenibile indirizzate a problemi reali affrontati oggi dalle aziende del settore”, come aumentare l’affidabilità della rete elettrica a fronte della crescita nell’uso di veicoli elettrici, incrementare il rendimento dei pannelli solari e ridurre il consumo di energia mediate le tecnologie digitali. Il premio per le squadre con le soluzioni più innovative sarà di 10000 dollari singaporesi (circa 6800 euro).

L’indiana WardWizard Innovations and Mobility (MOU), produttrice di veicoli elettrici a due ruote, ha siglato un accordo con la SunKonnect di Singapore, società di consulenza nel settore delle rinnovabili. L’obiettivo è realizzare uno studio di fattibilità e l’individuazione del partner adatto per la fabbricazione di batterie avanzate al litio presso l’impianto di Vadodara, nel nord-ovest dell’India. SunKonnect, inoltre, troverà le agenzie per l’effettuazione dei test sulle batterie e delle certificazioni al fine di organizzare un centro di eccellenza presso le sedi della Wardwizard. Avishek Kumar, fondatore di SunKonnect, ha detto che il futuro è dei veicoli elettrici e che il loro successo dipende dall’alta qualità dei materiali e da un avanzato sistema di gestione delle batterie.

Un grossista di bevande singaporese è stato portato in tribunale per aver commerciato prodotti con la Corea del Nord, in violazione il regime sanzionatorio imposto dall’ONU. Si tratta dell’esportazione di bevande della Pokka, società giapponese con filiale a Singapore: tentata o realizzata nel 2018 e 2019, soltanto ora la corte ne ha stabilito il valore, in base al quale sarà poi calcolata la multa da infliggere. Secondo rivelazioni giornalistiche, sembrerebbe che anche la stessa Pokka Sapporo Ltd. fosse coinvolta nell’export illegale, ma la società ha affermato che queste notizie sono piene di accuse false e infondate. Mentre non è chiaro se fosse al corrente delle vendite effettuate dal grossista di Singapore, Pokka ha dichiarato che la sua politica commerciale è di non avere a che fare con distributori che in maniera diretta o indiretta esportano verso la Corea del Nord, e che inoltre sta cooperando con le autorità per agevolare l’inchiesta.

Condividi questo post

Vive a Mosca dal 2006. Traduttore dal russo e dall’inglese, insegnante di lingua italiana. Dal 2015 conduce la video-rassegna della Giordano Brokerage-EST, in cui racconta le notizie positive sulla Russia e sulla cooperazione tra Italia e Russia che vengono ignorate o travisate dalla stampa italiana. 

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password