28 Novembre 2022

Chi ci sta rimettendo veramente in Ucraina? La risposta della stampa turca

A proposito dei protagonisti del conflitto ucraino, il quotidiano turco Sabah spiega la reale situazione dei rapporti di forza nell’arena mondiale, nascosta al pubblico occidentale dagli annunci di vittoria di Zelensky e di alcuni governi fieramente ostili alla Russia. Bercan Tutar, direttore della sezione estero del Sabah, mostra il paradosso nel quale è finito il […]

27 Novembre 2022

Quali sono i mercenari e i militari occidentali che ancora combattono per Kiev?

Ormai la stampa mainstream ha assodato che nel conflitto in Ucraina vi sono mercenari che combattono a fianco dell’esercito di Kiev, e lo racconta come un dato di fatto. Inizialmente, i media occidentali smentivano o sminuivano tale fenomeno, ma oggi sono costretti a parlarne riportando la morte di connazionali andati a giocare alla guerra contro […]

1 Novembre 2022

L’Europa vuol fare da giudice sui crimini in Ucraina ascoltando solo l’accusatore

Già qualche anno l’Europa cerca di imporre il suo giudizio morale su tutto ciò che concerne l’Ucraina. Lo ha fatto a partire dal Maidan del 2014, il colpo di Stato – pardon, “rivoluzione” – per arrivare fino ad oggi. Lo fa tramite i media mainstream che impongono una narrativa di una puerilità sconcertante, per la […]

5 Settembre 2022

Gli USA si avvicinano pericolosamente alla soglia del confronto militare con Mosca

Mentre a Praga 70mila persone manifestano per restare neutrali nel conflitto ucraino, gli USA sembrano volerci entrare con tutti e due i piedi. Soprattutto sembra vogliano farlo prima della fatidica data dell’8 novembre, quelle elezioni di midterm che potrebbero forzare la Casa Bianca a un cambio di strategia in Ucraina o almeno di atteggiamento verso la Russia. […]

21 Agosto 2022

Helsinki e Stoccolma nella NATO, cui prodest?

Svezia e Finlandia stanno passando l’estate nell’anticamera dell’Alleanza Atlantica, in attesa dell’ammissione definitiva. Uno alla volta, i Parlamenti degli Stati membri stanno ratificando la loro richiesta, ma i tempi non sono i medesimi per tutti: se l’Italia si è sbrigata a far approvare alle Camere prima delle prossime elezioni, la Turchia e altri Paesi non […]

14 Agosto 2022

L’Ungheria compra ancora più gas dalla Russia, mentre per il ministro Cingolani l’Italia è a posto così

A due settimane dall’accordo raggiunto dal Consiglio straordinario dell’energia sul gas, è possibile constatare come l’approccio dei Paesi UE sia rimasto invariato, cioè ognuno fa quello che ritiene opportuno. Per ora nella ricezione e nella distribuzione del gas russo all’Europa non si intravede alcun coordinamento, auspicato da Bruxelles come il modo per ridurre la dipendenza energetica da Mosca […]

24 Luglio 2022

L’Iran è pronto a cooperare con la Russia

Iran e Russia si avvicinano: fra due Paesi che l’Occidente considera nemici e cerca di isolare è iniziata una nuova fase nelle relazioni bilaterali. Ed è probabile che si aprirà presto un periodo di forte cooperazione, destinato a durare a lungo e inaugurato dalla visita di Vladimir Putin a Teheran il 19 luglio. È stato il primo […]

13 Giugno 2022

Sempre meno foreign fighters per l’esercito di Kiev

Il 2 giugno, il Ministero della Difesa russo ha fatto sapere che dall’inizio di maggio l’afflusso di foreign fighters intenzionati a combattere per il governo di Kiev è iniziato a calare. La diminuzione è stata finora di quasi la metà: si è passati da 6,6mila a 3,5mila individui. La statistica è scesa anche con le frequenti eliminazioni di mercenari, […]

5 Giugno 2022

La nuova vita dei greci di Mariupol dopo la resa del battaglione Azov

Con la sconfitta delle truppe ucraine e la resa del battaglione neo-nazista Azov il 20 maggio a Mariupol, assisteremo a sviluppi interessanti per quanto riguarda le minoranze etniche che abitano l’Ucraina. Lo si vedrà in particolare con il gruppo consistente dei cosiddetti “greci del Mar Nero”, circa 100mila persone che abitano in gran parte proprio […]

1 Maggio 2022

Stati Uniti: ancora polemiche sul nuovo missile Sentinel, costi eccessivi e rischio di guerra nucleare accidentale

Già ai tempi dell’amministrazione Obama, gli Stati Uniti si erano impegnati politicamente e finanziariamente nella modernizzazione di una delle componenti della “triade nucleare”, cioè i missili balistici intercontinentali (ICBM). Circa un mese fa sono riusciti a fare un piccolo passo avanti: dopo lunghe riflessioni, hanno trovato un nome con cui battezzare l’LGM-35, il missile che […]

1 2

Iscriviti alla newsletter di StrumentiPolitici