I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

3 Luglio 2022 – Anche Lysychansk è caduta, il Lugansk è in mano russa ma Zelensky è convinto della vittoria finale. Twitter e YouTube Regno Unito attaccati da hacker. Afghanistan, leader religiosi giurano fedeltà ai Talebani

L’esercito ucraino ha annunciato il ritiro da Lysychansk, l’ultima roccaforte di Kiev nell’oblast di Lugansk, nell’est del Paese, dopo settimane di duri combattimenti con le forze russe. Il presidente Volodymyr Zelensky nel suo tradizionale discorso serale ha voluto rassicurare il suo popolo annunciando che le truppe ucraine torneranno a Lysychansk grazie alla tattica e alla fornitura di armi moderne. E rilancia chiosando Mosca “Cessate il fuoco. Ritiro delle Z-truppe (di Mosca, ndr). Ritorno dei cittadini deportati. Estradizione dei criminali di guerra. Meccanismo di risarcimenti. Riconoscimento dei diritti sovrani dell’Ucraina. La controparte russa conosce bene le nostre condizioni“. Intanto però le forze russe hanno bombardato la città di Kramatorsk, nell’oblast di Donetsk, nell’est dell’Ucraina.

La polizia di Akron, in Ohio, ha diffuso un video che il sindaco della città ha definito “straziante“, in cui si vedono l’inseguimento, prima in auto e poi a piedi, e l’uccisione di un 25enne afro-americano, Jayland Walker, da parte di otto agenti. I fatti risalgono a lunedì. 

Gli account Twitter e Youtube dell’esercito britannico hanno subito un attacco hacker, riferisce il ministero della Difesa di Londra in un comunicato. 

Attiviste afgane hanno affermato che i talebani rimangono leader “illegittimi“, nonostante l’approvazione del loro regime islamista fondamentalista da parte di migliaia di leader religiosi. Ieri, dopo tre giorni di incontri nella capitale Kabul, circa 3.500 dignitari religiosi di tutte le regioni dell’Afghanistan hanno giurato fedeltà ai talebani e al loro leader Hibatullah Akhundzada. 

I conti del governo – che includono i bilanci del dipartimento del Tesoro della Previdenza sociale e della Banca centrale – hanno registrato un disavanzo primario di 39,4 miliardi di real (7,1 miliardi di euro) a maggio del 2022.

La polizia danese ha riferito che la sparatoria avvenuta alcune ore fa in un centro commerciale di Copenaghen ha lasciato diversi morti.

Il premier australiano Anthony Albanese in visita in Ucraina ha annunciato, in un punto stampa a Kiev con il presidente ucraino, “un nuovo sostegno militare di 100 milioni di dollari“, che porta a 390 milioni il totale degli aiuti, e l’invio di altri “14 veicoli blindati per il trasporto delle truppe e 20 blindati Bushmaster” e droni. 

Due turiste straniere, un’austriaca e una romena, sono rimaste uccise nell’attacco di uno squalo a sud di Hurghada, nel Mar Rosso. Lo hanno riferito le autorità egiziane. 

In Macedonia del Nord governo e opposizione restano divisi sull’opportunità di accettare la nuova proposta francese modificata per il superamento del veto bulgaro e l’inizio del negoziato Ue con Skopje. 

Un uomo è morto e a migliaia di persone è stato detto di evacuare le loro case tra piogge torrenziali e inondazioni improvvise nella città più grande dell’Australia, Sydney. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password