I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

21 Aprile 2022 – Mariupol è in mano ai russi, Putin blocca assalto ad acciaieria Azovstal. Usa inviano droni d’attacco e forniture militari per armare cinque battaglioni nel Donbass. Gop, stoppa regime fiscale agevolato per Disney per sua svolta Lgbtq+. Honduras, ex premier estradato

Mariupol è caduta. Con un repentino cambio di strategia, Vladimir Putin ha bloccato la complicata e potenzialmente devastante operazione per stanare gli ultimi combattenti ucraini dall’acciaieria Azovstal e dichiarato “la liberazione” della città portuale, definita come “un successo“. 

I nuovi droni che verranno inviato all’Ucraina dagli Stati Uniti, i Phoenix Ghost, “hanno come focus principale l’attacco“. Lo ha detto il portavoce del Pentagono in un briefing con la stampa. Le nuove forniture militari annunciate dal presidente americano Joe Biden “possono armare cinque battaglioni ucraini nel Donbass“. Ma intanto le forze russe hanno occupato decine di villaggi nella regione orientale del Donetsk. Ad ammetterlo alla tv ucraina Olena Symonenko, dello staff del presidente ucraino, citata dal Guardian.

La Banca Mondiale stima in 60 miliardi di dollari i danni agli edifici e alle infrastrutture ucraine a causa della guerra.

Anche la Camera della Florida, a maggioranza repubblicana, ha approvato poche ore dopo il Senato il disegno di legge che cancella il distretto fiscale speciale in cui Disney governava indipendentemente i suoi parchi divertimento da oltre 50 anni. Si tratta di una vittoria per il governatore del Grand Old Party Ron DeSantis, promotore del provvedimento per punire l’opposizione di Disney alla sua legge che limita in classe la discussione su identità di genere e orientamento sessuale.

La disinformazione è una minaccia alla nostra democrazia e continuerà ad esserlo finché non ce ne occupiamo“. Lo scrive l’ex presidente americano, Barack Obama.

La Svizzera ha chiesto all’Agenzia internazionale per l’energia atomica di ridurre il raggio d’azione del suo vice direttore di nazionalità russa per “garantire l’indipendenza e la credibilità” dell’organizzazione.

L’ex presidente dell’Honduras, Juan Orlando Hernandez, è stato estradato negli Stati Uniti. Un aereo della Dea (Drug Enforcement Administration, l’Agenzia americana antidroga) è decollato da Tegucigalpa in direzione degli Stati Uniti, dove è accusato di traffico di droga.

Gli incontri di ieri e oggi a Bruxelles con la mediazione Ue non hanno portato ad alcun accordo fra Belgrado e Pristina sulla questione delle targhe automobilistiche, e le parti hanno deciso di proseguire i contatti. A riferirlo sono stati in serata i media serbi. 

Bilancio positivo per l’economia altoatesina nel 2021, ma i lavoratori perdono potere d’acquisto. Il numero di occupati dipendenti è aumentato rispetto al 2020 (+1,5% su base annua). Il tasso di disoccupazione si attesta ad un modico 3,8%. Il nuovo pericolo però è l’inflazione.

L’agenzia Fitch Ratings ha confermato il rating sull’economia egiziana a “B+” con outlook stabile, nonostante le riserve della Banca Centrale d’Egitto (Cbe) siano diminuite a marzo di 4,7 miliardi di dollari, a seguito dei deflussi di portafoglio e degli interventi per attenuare la volatilità dei tassi di cambio. 

 E’ stato adottata una risoluzione da parte dell’Organizzazione degli Stati americani (Osa) per sospendere la Russia dal suo ruolo di osservatore permanente di tale istituzione. Otto nazioni si sono astenute e sono Argentina, Bolivia, Brasil, El Salvador, Honduras, Messico, San Cristobal e Nieves e San Vicente e Granadine, mentre il Nicaragua era assente al momento della votazione.

Un giudice distrettuale statunitense ha bloccato temporaneamente la legge del Kentucky, voluta dai Repubblicani, che vieta gli aborti dopo 15 settimane di gravidanza, richiede alle donne di essere visitate da un medico prima di ricevere le pillole abortive e impone alcuni nuovi requisiti alle cliniche dello Stato.

Si terrà martedì 26 aprile il summit convocato dagli Usa con i partner internazionali, dedicato alla crisi ucraina. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password