I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

12 Marzo 2022 – Attentato stazione metro Sunset Park, è caccia all’uomo; intanto riflettori su sindaco NY, le telecamere di sorveglianza non funzionavano. Usa, altri 750milioni di euro in armi a Kiev. Intanto Zelensky annuncia cattura deputato d’opposizione e blocca visita premier tedesco

Un uomo, alto 1,65, pelle scura, probabilmente afroamericano, ha sparato sui viaggiatori di un treno della metropolitana, nella stazione di Sunset Park , dopo aver lanciato una granata fumogena, poi è scappato, scomparendo dentro una galleria. Il furgone usato dall’attentatore della metropolitana di Brooklyn, dalle prime indiscrezioni un certo Frank James, è stato localizzato e gli artificieri sono al lavoro per verificare che non sia esplosivo. Intanto il sindaco di New York, Eric Adams, ha detto all’emittente radiofonica “Wcbs” che le prime ricostruzioni indicano la possibilità di un malfunzionamento nel sistema di telecamere nella stazione della metropolitana dove una sparatoria ha provocato il ferimento di 16 persone. Adams ha detto che gli investigatori stanno cercando di capire se una telecamera in particolare ha funzionato male o se i dispositivi dell’intera stazione hanno subito qualche disguido. 

Gli Usa intendono annunciare entro 48 ore altri 750 milioni di dollari in assistenza militare all’Ucraina invasa dalle forze russe. Intanto il presidente ucraino Volodymyr Zelinsky ha pubblicato sul suo canale Telegram la foto di un uomo in manette che apparentemente è Viktor Medvedchuk, politico dopposizione considerato vicino a Mosca, e si è opposto all’ipotesi di una visita imminente in Ucraina del presidente della Repubblica tedesco, Frank-Walter Steinmeier, perchè considerato in passato troppo vicino a Mosca.

Quello che sta accadendo in Ucraina è una tragedia, ma la Russia non aveva scelta“. Vladimir Putin, con accanto il suo omologo bielorusso Alexander Lukashenko, ribadisce la linea di Mosca sull'”operazione militare speciale” contro Kiev. 

Nuovo scivolone per il presidente Usa Joe Biden. In visita in Iowa, si è lamentato del notevole aumento dei prezzi del gas e dei carburanti in quanto provocato da un “dittatore” che ha commesso un “genocidio dall’altra parte del mondo“. Biden non ha citato espressamente Putin, ma il riferimento al presidente russo e all’invasione dell’Ucraina è stato evidente. Iniziano le prese di distanza da parte di alcuni leader europei.

Il Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri Ettore Sequi ha discusso della crisi ucraina e di tematiche regionali con il vice ministro degli Esteri turco Sedat Onal durante una visita ad Ankara. Lo fa sapere l’ambasciata d’Italia in Turchia attraverso un comunicato.

L’inflazione è molto preoccupante. Da 30-35 anni in Italia abbiamo tassi relativamente bassi” mentre oggi “un tema è quello del prezzo dell’energia e c’è l’ipotesi di fissare un tetto o un prezzo definito in particolare al gas. Questa è una delle riflessioni in corso in cui Italia si impegna a livello europeo“. Lo ha detto il ministro dell’economia, Daniele Franco, nel corso di un’audizione congiunta alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato sul Def.

L’Assemblea costituente del Cile ha approvato l’articolo uno della nuova Carta che dichiara il Cile come uno “Stato sociale democratico e di diritto“. La norma che entra a far parte del corpus che verra’ votato nel referendum del 4 settembre, implica che in base alla stessa Costituzione lo Stato sarà tenuto ad avere un ruolo attivo nel favorire il benessere e il miglioramento delle condizioni e dello sviluppo individuale e sociale dei suoi cittadini, affermano i proponenti. In questo modo “si abbandona l’attuale concetto di Stato sussidiario“. 

Il presidente dell’Egitto, Abdel Fattah al Sisi, ha invitato i governatori del Paese a prepararsi fin da ora, perche’ l’attuale crisi economica potrebbe prolungarsi.

Il ministro degli Esteri venezuelano, Fe’lix Plasencia, ha invitato il segretario di Stato americano, Antony Blinken, a costruire insieme “un percorso di dialogo e comprensione” per smantellare il percorso “sbagliato di persecuzioni e sanzioni” contro il Venezuela. 

Boris Johnson ha confermato di avere ricevuto una multa notificata dalla polizia metropolitana di Londra (Met) per aver partecipato alle feste nella sede del governo durante le restrizioni Covid. “Lasciatemi dire immediatamente che ho pagato la multa e chiedo ancora una volta le mie più sincere scuse“, ha detto il premier parlando dalla residenza di Chequers.

Boeing ha rimosso dalla sua lista gli ordini per 141 jet, principalmente a causa delle sanzioni imposte alla Russia a seguito dell’invasione dell’Ucraina. La maggior parte degli aerei rimossi dal conteggio ufficiale di Boeing erano modelli 737. 

Nell’ambito di una strategia a sostegno delle piccole e micro imprese, i ministri di Lavori pubblici ed edilizia abitativa e quello del Lavoro e degli Affari sociali della Siria, rispettivamente Suhail Abdel Latif e Muhammad Seif El Din, hanno firmato un protocollo d’intesa per favorire la formazione professionale e il lavoro autonomo e imprenditoriale.

La prima turbina eolica offshore della Francia è stata installata nel parco di Saint Nazare. Lo riferisce l’emittente televisiva “BfmTv“. La scorsa settimana era stato installato l’albero e due delle tre pale previste. Entro la fine dell’anno il parco offshore di Saint Nazaire conterà in tutto 80 turbine di un’altezza di 180 metri circa. 

La Procura generale egiziana ha escluso che l’economista egiziano Ayman Hadhoud sia stato torturato a morte dai servizi segreti egiziani come denunciato ai media dalla famiglia e ha sostenuto invece che l’uomo e’ deceduto per un collasso cardiaco in un’ospedale psichiatrico dove era stato rinchiuso per schizofrenia.

Il governo del Messico si è impegnato ad “applicare” le raccomandazioni contenute nel rapporto che la Commissione delle Nazioni Unite sulle sparizioni forzate ha diffuso oggi a Ginevra, conseguenza della missione svolta a novembre nel paese. 

La Fondazione Med-Or ha sottoscritto un Memorandum of Understanding con la Repubblica del Libano, in particolare con il ministero degli Esteri e degli Emigrati. L’accordo è stato sottoscritto oggi a Roma dal presidente di Med-Or Marco Minniti e da Mira Daher, ambasciatore del Libano in Italia.

Al via il countdown per l’Opa difensiva dei Benetton su Atlantia. L’annuncio da parte del tandem Edizione-Blackstone e’ infatti atteso per domani e sarebbero parte del progetto anche il fondo sovrano di Singapore Gic Pte e Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. Insieme queste due societa’ controllano circa il 13% di Atlantia, nello specifico Gic ha una quota dell’8,29% mentre Crt ha il 4,54%. Tutte insieme darebbero vita ad una societa’ veicolo per lanciare l’Opa sul Gruppo infrastrutturale. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password