I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Montenegro, si aggrava la crisi politica

Si aggrava la crisi politica in Montenegro. Il premier Zdravko Krivokapic ha avviato le procedure per la destituzione del suo vice Dritan Abazovic, che alla guida del suo partito Ura e unitamente ad alcune forze di opposizione, ha presentato in parlamento una mozione di sfiducia nei confronti del governo.

Oggi ho sottoposto al parlamento una iniziativa per la destituzione di Dritan Abazovic, e ho proposto come nuovo vicepremier il ministro delle finanze Milojko Spajic“, ha detto Krivokapic citato dai media serbi. Per questo, ha aggiunto, il governo ha chiesto una riunione straordinaria del parlamento per il 3 febbraio. In serata intanto, davanti alla sede del governo a Podgorica, si è tenuto un presidio di sostenitori del premier uscente ed è stato annunciato che verrà replicato domani. I manifestanti hanno bloccato il traffico sul viale Stanko Dragojević davanti al Ministero delle Finanze e della Previdenza Sociale per 15 minuti. A causa dell’assembramento è stato bloccato anche il traffico sul viale San Pietro di Cetinje. Riuniti davanti al palazzo del governo, hanno cantato “tradimento”, “sostituisci Dritan”. Proteste che però il deputato democratico del Montenegro Momo Koprivica ha affermato che qualcosa del genere era nell’aria. L’annuncio del raduno d’altra parte è rimbalzato sui social, ma non si sa chi sia l’organizzatore. Secondo “Vijesti“, il raduno sarebbe organizzato da persone vicine al primo ministro Zdravko Krivokapic.

Il deputato democratico Vladimir Martinovic ha affermato che nessuno li ha invitati nel governo di minoranza. Ha anche detto che non erano interessati ai governi “fatti con l’aiuto di milioni, con l’aiuto dei cartelli della droga“. Ha rincarato la dose il parlamentare di Montenegro Unito, Vladimir Dobricanin, che uscendo dal governo “Difendiamo la democrazia, è all’opera una corruzione politica senza precedenti“. L’ONG “Miholjsko ljeto” ha invitato i cittadini a protestare domani in tutte le città del Montenegro. Slobodan Bulajić di Miholjski Zbor ha affermato che si stanno preparando il tradimento e l’alterazione della volontà elettorale. E proprio per tale ragione l’ONG Miholjsko ljeto ha invitato i cittadini a protestare domani in tutte le città del Montenegro.

 

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password