I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

5 Novembre 2021 – Usa invitano loro cittadini ad abbandonare l’Etiopia. Dodik incorona Orban quale statista. Niger, 20 soldati uccisi in attacco jihadista. Austria, da lunedì parte il lockdown per i non vaccinati

L’amministrazione Biden ha raccomandato ai cittadini americani in Etiopia a prepararsi ad abbandonare il Paese. Oltre un anno di scontri tra le truppe etiopi e i ribelli della regione settentrionale del Tigray hanno causato migliaia di morti, fatto fuggire dalle loro case più di 2 milioni di persone e messo in ginocchio il Paese. Ora che le forze ribelli si stanno avvicinando ad Addis Abeba, altri nove gruppi armati si sono uniti per rovesciare il Governo, e le autorità etiopi hanno annunciato lo stato di emergenza nazionale crescono i timori che il conflitto possa trasformarsi in una guerra senza quartiere.

Un importante e grande statista: così il leader serbo bosniaco Milorad Dodik ha definito Viktor Orban, il premier ultraconservatore ungherese che domani sarà in visita a Banja Luka, capoluogo della Republika Srpska, l’entità a maggioranza serba della Bosnia-Erzegovina.

Undici soldati sono stati uccisi e nove risultano dopo un attacco jihadista contro una postazione dell’esercito a Dagnè, nel Niger occidentale.

L’Europa stringe la morsa intorno ai no vax. L’Austria fa da apripista e da lunedì imporrà il primo lockdown per chi non è immunizzato. Vale a dire niente piu’ ristoranti, movida, hotel, sport ed eventi culturali, cosi’ come niente settimana bianca negli impianti sciistici. 

Circa 200 aziende statunitensi prendono parte alla quarta edizione dell’Expo sulle importazioni, la China International Import Expo (Ciie), che ha preso il via ieri sera a Shanghai, registrando un nuovo record, secondo quanto dichiarato dal Ciie Bureau a Xinhua.

I presidenti di Gfaop (Gruppo Franco Africano per l’Oncologia Pediatrica) e Fondazione Soleterre hanno firmato oggi a Parigi un accordo che costituirà il primo, importante passo verso la creazione di un’alleanza strategica, volta a coordinare e rafforzare impegno e risorse per rispondere alla difficile sfida del tumore pediatrico nei paesi a basso e medio reddito, in particolare quelli africani. L’Oms stima infatti che, dei 400.000 casi di tumore pediatrico diagnosticati a livello globale ogni anno, la maggior parte provenga da Paesi a medio e basso reddito, dove il tasso di sopravvivenza è ancora estremamente basso.

La Camera del Congresso Usa ha rinviato il voto sul pacchetto di misure economiche e sociali e sul piano infrastrutture del presidente Joe Biden

Un manifestante è stato ucciso oggi a Baghdad durante gli scontri tra le forze di sicurezza irachene e diverse centinaia di sostenitori di gruppi filo-Iran che protestavano contro i risultati delle elezioni legislative del 10 ottobre.

Gli edifici universitari di Yale, prestigioso college del Connecticut, sono stati evacuati dopo che diverse segnalazioni alla polizia hanno lanciato l’allarme per la presenza di una quarantina di bombe nelle strutture.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password