I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

27 Marzo 2022 – Nuovo round di colloqui in Turchia. Elezioni, Scholz vince primo test post cancellierato. NYT, pressioni Zelensky per discorso a Notte degli Oscar. Al via costruzione muro tra Iraq e Siria

Il presidente russo, Vladimir Putin, e l’omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, hanno concordato, in una nuova conversazione telefonica, che i nuovi colloqui tra le delegazioni di Mosca e Kiev si terranno a Istanbul. 

L’Spd ha stravinto le elezioni nel Saarland tedesco, e si è aggiudicato il primo test post-elettorale nella Germania guidata dal socialdemocratico Olaf Scholz. Storica sconfitta per la Cdu, mentre Verdi e Fdp non hanno raggiunto la soglia per l’ingresso nel parlamentino regionale del 5%. Sono questi i primi esiti ufficiali delle elezioni nella regione del Saarland, che si sono tenute oggi. I socialdemocratici hanno raggiunto il 43,5% dei voti (avevano ottenuto il 29,6 nel 2017); la Cdu ha ottenuto il 28,5% (40,7); Afd il 5,7% (6,2). 

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto pressione su Hollywood per un’apparizione agli Oscar in modo da poter parlare a milioni di americani direttamente. Lo riporta il New York Times.

Il leader dell’ex partito al governo in Burkina Faso è stato arrestato, tre giorni dopo aver criticato le condizioni degli arresti domiciliari dell’ex presidente Roch Marc Christian Kaborè, rovesciato a gennaio. Lo riferiscono i suoi avvocati. Alassane Bala Sakandè “è stato arrestato nella sua abitazione questa mattina presto da elementi della Gendarmeria Nazionale e portato al campo di Paspanga”, si legge in una nota.

Il presidente palestinese, Abu Mazen, ha puntato il dito sui “doppi standard” dell’Occidente, accusato di invocare il diritto internazionale per imporre sanzioni alla Russia che ha invaso l’Ucraina ma non a Israele per i suoi “crimini” nei Territori Palestinesi. 

Due uomini armati hanno ucciso due persone e ne hanno ferite altre quattro in una sparatoria a Hadera, in Israele, prima di essere uccisi dalla polizia. L’identità degli uomini armati non è stata immediatamente resa nota, ma la polizia li ha chiamati “terroristi”.

Il primo ministro iracheno Mustafa Al Kadhimi ha descritto la fase attuale in cui vera il Paese come “pericolosa”, invitando le forze politiche lavorare per superare questa crisi.

L’Iraq avrebbe dato il via alla costruzione del muro di cemento su parte del confine con la Siria per impedire l’infiltrazione di terroristi dello Stato islamico. Lo riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione non governativa con sede a Londra. Un primo segmento “di una decina di chilometri e un’altezza di 3,5 metri è stato eretto nel governatorato di Ninive”, nella zona di Sinjar, nel nord-ovest dell’Iraq, riferiscono fonti locali. L’Iraq, che condivide un confine di oltre 600 chilometri con la Siria, intende “porre fine all’infiltrazione di membri dello Stato islamico” sul suo territorio.

Il governo dell’Ucraina ha acquistato 5.100 armi anticarro da un produttore tedesco. Lo riferisce l’agenzia di stampa tedesca “Dpa” citando fonti vicine al governo di Kiev.

Sono arrivati alla spicciolata in serata nel Neghev i ministri degli Esteri di Stati Uniti, Egitto, Marocco, Emirati Arabi e Bahrein, ospiti di quello israeliano per un vertice senza precedenti. Nella terra di David Ben Gurion, li’ dove il fondatore di Israele ha vissuto ed e’ morto, i rappresentanti delle diplomazie dei paesi interessati dagli Accordi di Abramo, sottoscritti nel 2020, si incontreranno a partire da stasera per discutere dell’assetto mediorientale, delle questioni internazionali ma, soprattutto, della questione del nucleare iraniano. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password