I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

19 Novembre 2021 – Tunisia, nuove proteste contro il presidente Saied. Crisi migranti, Macedonia Nord appoggia Polonia contro Bielorussia. presidente bulgaro Radev riconosce che la Crimea è russa, ira dell’Ucraina. Biden preoccupato da possibili violenze dopo assoluzione Kenosha

Tensioni e proteste si sono registrate in serata davanti diverse sedi di governatorati della Tunisia dopo l’annuncio del presidente tunisino Kais Saied di non poter dare attuazione alla legge 38 sulle assunzioni eccezionali nel settore pubblico. 

Il presidente macedone Stevo Pendarovski, in un colloquio oggi a Skopje con il suo omologo polacco Andrzej Duda, ha espresso piena solidarietà e sostegno al governo di Varsavia riguardo alla crisi dei migranti al confine tra Polonia e Bielorussia. “Ho confermato che le azioni della dirigenza bielorussa, che orchestra questa crisi umanitaria, sono completamente inaccettabili per noi“. In compenso la Macedonia Nord ottiene l’appoggio della Polonia al percorso di integrazione europea.

La dirigenza ucraina ha reagito stizzita a dichiarazioni sulla Crimea da parte del presidente bulgaro uscente Rumen Radev. “Non c’è nessun dramma, la questione e’ oltremodo chiara. L’annessione della Crimea è in violazione del diritto internazionale, ma come ho detto ieri sera durante il dibattito, ci sono delle realtà politiche e al momento la Crimea è russa“.

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha reagito al verdetto di non colpevolezza di Kyle Rittenhouse, facendo appello alla calma da parte dei cittadini Usa. La sentenza “lascerà molti americani arrabbiati e preoccupati, me compreso, dobbiamo riconoscere che la giuria ha parlato“, ha aggiunto il capo dello Stato.

Dopo che la Food and Drug Administration (FDA) ha dato il via libera alla terza dose dei vaccini Covid-19 a tutti gli adulti, gli esperti del CDC si sono espressi a favore del fatto che gli over 18 anni abbiano il richiamo del vaccino Pfizer o Moderna e ha fatto un passo in più, raccomadandolo per gli over 50.

Siamo riusciti a mantenere la nostra promessa: ritornare in Iraq per operare tutti i bambini che erano in lista d’attesa dopo la nostra missione di luglio”. Lo annuncia Emergenza Sorrisi, secondo cui la nostra equipe di medici e infermieri volontari raggiungerà Nassiriya domani per operare presso l’Habobbi Teaching Hospital 250 piccoli pazienti nati con una malformazione del volto o vittima di ustioni.

Khalid Al-Mishri, presidente dell’Alto Consiglio di Stato in Libia, una sorta di Senato libico, ha annunciato il boicottaggio delle elezioni in programma il 24 dicembre. “Non parteciperò al processo elettorale. Ne’ come elettore né come candidato“, ha detto in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, dopo che nei giorni scorsi aveva invitato la popolazione a non andare alle urne.

I risultati definitivi dello scrutinio relativo alle elezioni legislative di medio termine tenute in Argentina hanno confermato il netto ridimensionamento della coalizione di governo sia alla Camera che al Senato. Secondo i dati resi noti oggi dalla camera elettorale la compagine di deputati del Frente de todos (Fdt) perde due rappresentanti passando dagli attuali 120 a 118 su 257 seggi in totale. 

Il Pakistan venerdì ha ripristinato i servizi di TikTok, un’app cinese per la condivisione di video, su assicurazioni della piattaforma che controllerà “contenuti immorali e indecenti“. Secondo la Pakistan Telecommunication Authority (PTA), Tiktok ha anche assicurato che gli utenti che sono continuamente coinvolti nel caricamento di contenuti illeciti non potranno utilizzare la piattaforma.

Gli Stati Uniti sono preoccupati per le notizie relative alla scomparsa della star del tennis cinese Peng Shuai e si uniscono alle richieste di Pechino per fornire prove sulle sue condizioni.

‘Effetto Amazon’ sull’economia italiana.Il colosso dell’e-commerce annuncia l’aumento degli investimenti in Italia da 1,8 miliardi di euro nel 2019 a 2,9 miliardi nel 2020. 

Il leader Alexander Lukashenko, in un’intervista alla Bbc, ha ammesso che è “assolutamente possibile” che le sue forze abbiano aiutato i migranti ad attraversare il confine con la Polonia, ma che non li ha invitati nel Paese.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password