I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

16 Luglio 2022 – Roghi in Spagna, Portogallo e Francia agevolati dalla siccità. Erdogan e Macron a colloquio per grano. Armenia e Azerbaigian si incontrano per la prima volta dopo guerra del 2020

Spagna, Portogallo e Francia sono alle prese con gravi incendi boschivi, alcuni dei quali fuori controllo. I roghi coincidono con un’ondata di caldo che sta colpendo diversi Paesi europei e ha causato la morte di oltre 500 persone solo in Spagna e Portogallo. 

Il presidente turco Tayyip Erdogan, durante una conversazione telefonica con il suo omologo francese Emmanuel Macron, ha affermato che Ankara prevede di attuare rapidamente un piano per esportare grano ucraino. Lo riporta Anadolu. 

I ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian si sono incontrati a Tbilisi, nella vicina Georgia, per i primi colloqui diretti fra le due repubbliche caucasiche sovietiche dopo l’ultima guerra che le ha contrapposte nel 2020 per il territorio azero secessionista del Nagorno Karabakh. 

Un aereo cargo ucraino, che trasportava armi, si è schiantato nel nord della Grecia. L’incidente è avvenuto nei pressi di Paleochori Kavalas. Lo riferisce l’agenzia di stampa greca Ana. Testimoni oculari riferiscono di aver udito l’esplosione e visto il velivolo in fiamme

Migliaia di persone sono scese in piazza a Budapest per il quinto giorno consecutivo per protestare contro il governo del primo ministro Viktor Orban mentre monta la rabbia per le nuove norme sul fisco che secondo i critici danneggeranno le piccole imprese. Il Parlamento ha approvato martedì una modifica della legge che interesserà centinaia di migliaia di piccoli imprenditori.

La “gratuità o quasi” del servizio di trasporto pubblico a Roma, “dei treni, gli autobus” durante l’autunno, “quando ci saranno le scuole che riaprono“. A lanciare l’idea è il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. E’ un’idea nel solco ecologista di quanto fatto nelle ultime settimane in Germania dal governo di Olaf Scholz ed in Spagna da quello di Pedro Sanchez, con formule di abbonamento trimestrali a basso costo quando non gratuite.

Un giudice federale del Tennessee ha bloccato temporaneamente la direttiva del dipartimento dell’educazione che proibisce discriminazioni basate sull’identità di genere e sull’orientamento sessuale. 

“L’Ucraina ha resistito ai colpi brutali della Russia. Siamo già riusciti a liberare parte del territorio che era occupato dopo il 24 febbraio. Libereremo gradualmente altre regioni del nostro Paese che ora sono sotto gli occupanti”. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password