I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Una Fondazione in memoria dell’ambasciatore Luca Attanasio

Per tenere vivo il ricordo di Luca Attanasio, l’ambasciatore ucciso un anno fa in un attacco nell’est della Repubblica democratica del Congo (Rdc) – dov’era titolare – nasce la Fondazione Mama Sofia. L’iniziativa, presieduta dalla moglie Zakia Seddiki e che annovera tra i fondatori il Segretario generale del ministero degli Affari esteri, ambasciatore Ettore Francesco Sequi, si ispira al lascito morale e spirituale di Luca che, con la moglie Zakia, diede vita in Congo all’associazione che porta lo stesso nome.

La missione della Fondazione, si legge in un comunicato della fondazione, è quella di promuovere valori e iniziative di pace, giustizia e solidarietà tra i popoli mediante attività di interesse sociale ed opere di informazione, istruzione e formazione alla cultura della integrazione, della legalità e della non violenza. L’iniziativa di propone quindi di sollecitare istituzioni, governi e organizzazioni nazionali e internazionali ad operare a tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici dei minori e dei giovani socialmente ed economicamente svantaggiati. “Oggi diamo simbolicamente il calcio di inizio a un progetto che intende tradurre in interventi concreti i valori e gli intenti in cui io e mio marito abbiamo sempre creduto – dichiara Zakia Seddiki Attanasio – Nella vita e nella carriera, Luca ha dimostrato che con la passione e il coraggio si puo’ restituire dignita’ e gioia a tanti giovani che non hanno di fronte a loro l’orizzonte di una vita serena“. 

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password