I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Prima visita di stato di un presidente armeno in Italia

Su invito del Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella il Presidente della Repubblica d’Armenia Armen Sarkissian è in visita di Stato in Italia. Si tratta della prima visita di Stato di un Presidente armeno in Italia. Ieri, 06 ottobre, il Presidente armeno Sarkissian è stato ricevuto con gli onori militari nel cortile del Quirinale dal Presidente Mattarella. 

La visita del Presidente armeno prevista nel 2020 e rinviata per effetto della pandemia segue la visita del Presidente Mattarella compiuta in Armenia nel 2018. “L’Armenia e l’Italia vantano rapporti di amicizia molto grandi, tradizionali, con relazoni eccellenti, caratterizzate da collaborazione crescente e contatti sempre più intensi“, ha detto Mattarella nella dichiarazione rilaciata alla stampa.

L’alto livello delle relazioni di carattere  bilaterale è stato confermato dal presidente Sarkissan. “Abbiamo sottolineato l’alto livello del dialogo politico e la disponibilità reciproca a sviluppare le relazioni bilaterali“, ha ribadito Sarkissian al termine dei colloqui. Nel corso dell’incontro i due Presidenti hanno affrontato la questione del Nagorno Karabakh. “Riteniamo che sia importante affidarsi all’azione del Gruppo di Minsk, alla copresidenza del Gruppo di Minsk, come forum negoziale privilegiato e più efficace per poter trovare una soluzione negoziale soddisfacente e stabile”,  ha ribadito Mattarella sottolineando come, “per l’Italia l’Armenia costituisca un partner affidabile e importante nella Regione”.

Il Presidente Sarkissian ha ringraziato l’Italia per la sua sensibilità sui temi dei diritti umani. “Apprezziamo molto la risoluzione adottata dal Parlamento italiano il 2 marzo, che chiede il rilascio dei prigionieri di guerra armeni“. Al centro dei colloqui anche la pandemia e il rapporto “collaborativo” tra l’Armenia e l’Unione Europea, “consacrato nell’accordo di cooperazione globale rafforzata entrato in vigore nel marzo scorso”.

Inoltre, i due Capi di Stato hanno evidenziato i buoni rapporti di collaborazione in ambito culturale e scientifico nonchè i  rapporti commerciali tra i due paesi. “Abbiamo poi constatato, con grande soddisfazione, ancora una volta – come avevamo già fatto a Jerevan – la grande qualità dei rapporti di collaborazione culturale, scientifica e tecnologica, ha detto Mattarella”.

Sotto gli auspici dei due Presidenti è stata inaugurata una mostra di opere d’arte armene del XIX e del XX secolo. Tra le opere d’arte i capolavori di Martiros Saryan, Hakob Kojoyan, Sureniants, Bashinjaghian e Aivazovsky. Il Presidente armeno ha osservato che “le opere esposte al Quirinale fanno parte del ricco patrimonio culturale armeno, per il quale abbiamo il massimo rispetto e che condividiamo con i nostri amici“.

Successivamente il Presidente Sarkissian ha avuto incontri con le altre cariche istituzionali: la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e il Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico.

Condividi questo post

Nata nel 1982, abita a Yerevan. Laureata in Lingue Straniere all'Università di Bologna e da anni sono impegnata nel diffondere la lingua e cultura italiana in Armenia. Insegna lingua italiana all'Università Brusov di Yerevan e all'Università Americana in Armenia. Collabora anche diversi giornali armeni e italiani  scrivendo articoli  sull'attualità armena ed italiana.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password