I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

4 Novembre 2021 – Bezos contro Musk, finisce 0-1. Cile, Pinera difende le violenze operate da esercito e polizia. Italia chiede di riconoscere come genocidio il massacro del 1988 in Iran. Elezioni anticipare in Portogallo, Costa perde la maggioranza

Jeff Bezos perde in tribunale. Un giudice federale ha respinto l’azione legale avviata da Blue Origin sul contratto da 2,9 miliardi di dollari assegnato dalla Nasa a SpaceX di Elon Musk per un modulo di allunaggio. 

Il presidente del Cile, Sebastian Pinera, ha difeso l’operato delle forze di polizia e delle forze armate nella Macrozona Sud dopo l’uccisione di un membro della comunita’ mapuche avvenuta mercoledì nel contesto dello stato di “eccezione costituzionale” da lui decretato. “La Polizia e le Forze armate stanno compiendo il loro dovere che stabilisce la Costituzione“, ha affermato giovedì Pinera in un discorso a reti unificate.

Senatori e deputati italiani di diversi partiti hanno chiesto al governo di riconoscere il massacro del 1988 in Iran come genocidio e crimine contro l’umanità, assumendo l’iniziativa all’Unione Europea e alle Nazioni Unite affinché i responsabili siano perseguiti. I senatori e i deputati hanno inoltre anche chiesto la fine dell’immunità per i responsabili della strage del 1988 e della strage dei manifestanti del novembre 2019. Anche Maryam Rajavi, presidente-eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza dell’Iran, ha partecipato online all’incontro.

Il governo Costa ha perso la maggioranza in Parlamento e i portoghesi saranno chiamati alle urne per le elezioni anticipate il prossimo 30 gennaio. Lo ha deciso il presidente Marcelo Rebelo de Sousa, dopo avere annunciato di voler sciogliere il Parlamento in seguito alla rottura fra il governo socialista guidato da Antonio Costa e i suoi ex alleati della sinistra radicale riguardo al prossimo bilancio dello Stato.

Almeno 69 membri delle milizie di autodifesa nigeriane stati uccisi in un attacco al loro villaggio in Niger, vicino al confine con il Mali, nella regione di Tillabe’ri, teatro dall’inizio dell’anno di attacchi di presunti jihadisti.

Il procuratore distrettuale di Manhattan ha convocato un nuovo “gran giurì” per valutare ulteriori accuse alla Trump Organization: lo riferisce il Washington Post che cita una fonte informata sui fatti. 

Si è conclusa con l’aggiudicazione della maggior parte dei lotti relativi a tre delle cinque bande di frequenza messe offerte del governo il primo giorno di asta per l’affidamento dello sviluppo della tecnologia 5G in Brasile. Le aziende ad aggiudicarsi le prime bande sono state la brasiliana Winity II Telecom Ltda, legata al fondo di investimenti Fundo Patria. A seguire si sono aggiudicatele società brasiliane Claro, Brisanet, consorzio 5G sud, Cloud2U e Algar Telecom.

L’Ambasciata d’Italia a Lima ed ENEL, insieme al Ministero della Cultura del Perù, hanno inaugurato ieri – mercoledì 3 novembre 2021 alle ore 18,30 – il nuovo sistema di illuminazione del Museo di Arte Italiana di Lima, dono dell’Italia al Perù in occasione del Bicentenario dell’Indipendenza del Paese. 

Brigitte Bardot è stata condannata a una multa di 20 mila euro per “insulti pubblici” per avere definito, in una lettera inviata e resa pubblica nel 2019, gli abitanti dell’isola della Re’union “autoctoni che hanno mantenuto i loro geni selvaggi“. Il tribunale giudiziario dell’isola dell’Oceano indiano, che fa parte della Repubblica francese, ha condannato anche il suo addetto stampa, Bruno Jacquelin, per complicità, a 4 mila euro, perchè su richiesta dell’anziana ex attrice aveva inoltrato ai media la lettera contenente la dichiarazione offensiva.

L’Opec+ rischia di mettere in pericolo la ripresa economica mondiale rifiutandosi di accelerare gli aumenti della produzione petrolifera.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password