I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

7 Marzo 2022 – Italia chiede rimozione potere di veto nel Consiglio di Sicurezza Onu. Libia, tribù minacciano blocco petrolio Fezzan in protesta contro Abdulhamid Dabaiba. Ucraina, nuovo tentativo di cessate il fuoco

Il potere di veto in Consiglio di Sicurezza Onu e le categorie di membri (permanenti e non) del Consiglio, sono stati discussi oggi alle Nazioni Unite nel contesto della piattaforma IGN, il Negoziato Intergovernativo chiamato ad affrontare il tema della riforma del Consiglio di Sicurezza. L’Italia è intervenuta a nome del Gruppo di Paesi ‘Uniting for Consensus’ (UfC) di cui è coordinatore. “Come testimoniato solo pochi giorni fa, il veto incide profondamente sull’efficienza del Consiglio di Sicurezza, con un effetto paralizzante sulle sue capacita’ decisionali“, ha detto il Rappresentante Permanente d’Italia all’Onu l’Ambasciatore Maurizio Massari in riferimento allo stallo decisionale sulla crisi ucraina in Consiglio. 

Tribù e organizzazioni della società civile della città libica di Sebha, capitale della regione meridionale del Fezzan, hanno minacciato di chiudere i giacimenti petroliferi nel sud della Libia se il Governo di unità nazionale (Gun) del premier Abdulhamid Dabaibacontinuerà a controllare la ricchezza del popolo libico“. 

La Russia ha annunciato un cessate il fuoco per permettere corridoi umanitari in Ucraina dalle 9 di domani mattina (le 8 in Italia) per l’evacuazione dei civili da Kiev, Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol. Lo ha dichiarato il ministero della Difesa di Mosca. Il presidente russo, Vladimir Putin, ha detto che non invierà in Ucraina riservisti o militari di leva. La guerra sara’ combattuta solo da soldati professionisti.

&P Global Ratings ha declassato il rating di credito a lungo termine di Mosca da “BBB-” a “CCC-” con un outlook negativo. Si tratta di una conseguenza del declassamento del rating sovrano della Russia in valuta estera da “BB+” a “CCC-“.

Parlando al Consiglio di Sicurezza dell’Onu l’inviato della Russia, Vasily Nebenzya, ha detto gli “ucraini si stanno bombardando da soli“. Lo riporta il Guardian.

Diverse persone sono rimaste ferite in una sparatoria nel cortile della East High School a Des Moines, in Iowa negli Stati Uniti. Tre adolescenti sarebbero in gravi condizioni.

La Boeing ha annunciato di non voler più comprare titanio dalla Russia. abbiamo ampliato la rete di fornitori e abbiamo “sostanziali scorte” di titanio, ha affermato la compagnia aerospaziale americana, che già la settimana scorsa aveva interrotto ogni rapporto d’affari con le linee aeree russe a causa dell’invasione dell’Ucraina e le sanzioni occidentali. 

L’Opec rimane “impegnato a garantire la sicurezza delle forniture di petrolio” ma “non ha il controllo degli eventi che stanno influenzando il mercato e ne stanno guidando l’andamento“. Lo ha detto il segretario generale dell’organizzazione dei Paesi produttori, Mohammad Barkindo, intervenendo al Ceraweek di Houston. Barkindo ha aggiunto che “il principio guida dell’Opec resta la stabilità del mercato globale” ma ha anche osservato che in caso di embargo sul petrolio russo “non c’è capacità produttiva nel Mondo in grado di rimpiazzare 7 milioni di barili al giorno di esportazioni” e avvertito che “la ristrettezza del mercato può portare alla distruzione della domanda“.

Google è in trattative per l’acquisto della società di cybersicurezza Mandiant

Un team delle Nazioni Unite è in Russia per favorire una de-escalation del conflitto in Ucraina e facilitare le operazioni di assistenza umanitaria. Lo ha detto il portavoce dell’Onu, Stephane Dujarric, citato dal New York Times. Dujarric ha precisato che il team delle Nazioni Unite ha incontrato funzionari del ministeri della Difesa e degli Esteri di Mosca

L’Istituto nazionale di sismologia (Insivumeh) del Guatemala ha confermato oggi che il Volcan de Fuego è entrato in eruzione, con esplosioni violente e due colate laviche sui suoi fianchi, in un processo che potrebbe anche aggravarsi nelle prossime ore o giorni. 

Democratici e repubblicani americani sono d’accordo nel richiedere al Rappresentante americano per il commercio di utilizzare “la voce e l’influenza” degli Stati Uniti per cacciare la Russia dall’Organizzazione mondiale del Commercio (WTO) e fermare l’adesione della Bielorussia.

In Germania si temono cyberattacchi collegati alla guerra in Ucraina. E’ l’avvertimento dell’ente federale per la Sicurezza nella informazione tecnica (BSI), di cui riporta stasera lo Spiegel.

Rosneft ha confermato ad analisti ed investitori che rimborserà nei prossimi giorni un bond da 2 miliardi di dollari che e’ maturato domenica. Lo riporta Ifr, secondo cui il colosso russo dell’energia ha confermato oggi che il pagamento verrà fatto ai creditori il 9 marzo e che i fondi sono stati trasferiti alla banca incaricata del settlement il 3 marzo. 

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi ha incontrato oggi il primo ministro Mostafa Madbouly e il ministro delle Comunicazioni Amr Talaat per discutere l’espansione della cooperazione con i Paesi africani nel campo della digitalizzazione. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password