I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

26 Aprile 2022 – Stati Uniti aprono centro di controllo spedizioni armi a Kiev a Stoccarda in Germania. Gazprom interrompe fornitura gas verso Polonia e Bulgaria, rifiutandosi i due Paesi di pagare in rubli. Dabaiba vola dagli Emirati Arabi Uniti per ottenere sostegno in Libia. Wall Street, crolla Nasdaq

Il Dipartimento della Difesa Usa ha istituito un centro di controllo per coordinare con gli alleati le spedizioni e “snellire la consegna” dell’assistenza militare all’Ucraina a Stoccarda, in Germania, all’interno dell’area di responsabilità del comando europeo degli Stati Uniti. Lo ha riferito ai giornalisti un alto funzionario della difesa statunitense, riporta la Cnn. 

Il premier del Governo di unità nazionale libico, Adbulhamid Dabaiba, avrebbe organizzato un incontro negli Emirati Arabi Uniti per ottenere il loro sostegno per la sua iniziativa “ritorno dell’onestà al popolo“, attraverso la quale punta a organizzare le elezioni parlamentari il prossimo giugno

Wall Street è crollata a causa delle aspettative per le trimestrali delle megacap e dei colossi tech in arrivo questa settimana. Gli investitori sono preoccupati per le stime prudenti delle societa’ Usa, che accreditano la tesi di un rallentamento dell’economia in arrivo. Il Nasdaq è crollato del 3,95%

Il colosso russo Gazprom sospenderà le consegne di gas a Bulgaria e Polonia da domani. Lo hanno riferito i due Paesi, dicendo di essersi preparati. “Il 26 aprile 2022, Gazprom ha informato (la società polacca del gas) PGNiG della sua intenzione di sospendere completamente le consegne ai sensi del contratto Yamal (…) il 27 aprile“, ha affermato la società polacca in un comunicato stampa. “Oggi (martedì), Bulgargas EAD ha ricevuto la notifica che le consegne di Gazprom Export saranno sospese dal 27 aprile 2022“, ha fatto sapere poco dopo anche il ministero dell’Economia bulgaro, mentre il paese dei Balcani dipende per oltre il 90% dal gas di Mosca.

L’Ue considera il gasdotto Eastmed un progetto di “interesse comune” e non ha mutato la sua opinione sulla sua “utilità“. Secondo il portavoce il gasdotto contribuisce “alla sicurezza energetica europea” ma, allo stesso tempo, “gli studi di fattibilità sono ancora in corso” dunque la partita “non è chiusa“.

Meta è pronta ad aprire il 9 maggio nel suo campus Burlingame in California il suo primo negozio fisico dove i clienti potranno acquistare cuffie per la realtà virtuale e altri gadget da usare nel mondo del ‘metaverso’.

L’Africa del Sud, il paese più toccano ne continente dalla pandemia di Coronavirus, sta subendo il, colpo di una nuova ondata del virus. A registrarlo il Centro per l’innovazione e la risposta alle epidemie (Ceri).

L’incontro a Mosca tra il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, e il presidente russo, Vladimir Putin, è durato circa un’ora. Lo ha detto in conferenza stampa Farhan Haq, vice portavoce del segretario generale, precisando che una parte dell’incontro si è svolta in presenza di assistenti e altri funzionari, ma in un secondo momento Guterres e Putin hanno parlato da soli. Haq ha anche affermato che il lavoro per stabilire un gruppo di contatto umanitario e uno sforzo specifico con la Croce Rossa per assistere le persone a Mariupol inizierà “sul campo e non appena possibile“. 

Gli Stati Uniti d’America e gli alleati hanno stanziato 5 miliardi di dollari in aiuti militari all’Ucraina in risposta all’invasione in atto da parte delle forze russe. Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, nel consueto incontro con i giornalisti. 

Il primo ministro rumeno, Nicolae Chuca, insieme al presidente della Camera dei deputati rumena, Marcel Colacu, e al ministro degli Esteri, Bogdan Aurescu, hanno incontrato oggi il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, il primo ministro, Denys Shmygal, e il presidente della Verkhovna Rada, Ruslan Stefanchuk, per discutere nuove misure di sostegno all’Ucraina. Lo si legge in una nota del governo rumeno. 

La portavoce del governo bulgaro, Lena Borisslavova, ha dichiarato a bTV che l’interruzione delle forniture di gas russo non comportano alcun rischio per la sicurezza energetica del Paese.

Dopo che oggi il presidente della Croazia Zoran Milanović ha espresso la sua forte riserva sulla possibile prossima adesione della Svezia e in particolare della Finlandia alla Nato, il governo croato ha voluto rassicurare i due Paesi scandinavi esprimendo il pieno appoggio di Zagabria.

La Serbia intende proseguire il suo percorso sulla strada verso l’integrazione nella Ue, mantenendo al tempo stesso i suoi rapporti di amicizia con la Russia. Lo ha ribadito il presidente Aleksandar Vucic, incontrando oggi a Belgrado Leonid Slutski, presidente della commissione esteri della Duma, la Camera bassa del parlamento russo.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password