I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

17 Dicembre 2021 – Polonia, approvata legge contro la libertà d’informazione televisiva. Francia, ridotto a quattro mesi termine per richiamo vaccino anticovid. Turchia, 22 morti per alcol di contrabbando

La camera bassa polacca ha ribaltato un veto espresso dalla camera alta a settembre e ha approvato con 229 voti a favore, 212 contrari e 11 astenuti un controverso disegno di legge sui media visto come mirato a colpire la rete televisiva di proprietà americana Tvn, spesso critica nei confronti del governo polacco ultraconservatore. La legge impedirebbe a qualsiasi entità non europea di possedere una partecipazione superiore al 49% in emittenti televisive o radiofoniche in Polonia. Brutte notizie per la libertà di stampa anche in Germania, Eva Flecken, direttrice della Mabb, l’autorità tedesca per i media, ha annunciato l’apertura di un’indagine su Russia Today, il canale di notizie espressione del Cremlino, in seguito al lancio di un programma che non aveva ottenuto la licenza per la messa in onda.

In Francia, il termine per la dose di richiamo del vaccino anti-Covid sarà ridotto a 4 mesi. Lo ha annunciato il premier Jean Castex, al termine del Consiglio di Difesa. 

Almeno 22 persone sono morte a Istanbul e altre 16 sono state ricoverate in ospedale e sono in gravi condizioni dopo aver bevuto alcol di contrabbando. Quattro sospetti sono stati arrestati. Le autorità hanno lanciato un’operazione a livello nazionale per reprimere la produzione di alcol contraffatto, conducendo raid in circa 300 località e sequestrando migliaia di litri di alcol contraffatto. Almeno 85 sospetti sono stati arrestati. 

Il professor Anthony Fauci, esperto di riferimento della Casa Bianca per la risposta alla pandemia di Covid-19 si è detto convinto che non verranno introdotte restrizioni ai viaggiatori che arrivano negli Usa dall’Europa per contenere la variante Omicron del Covid-19.

Rusal, uno dei principali produttori di alluminio a livello mondiale, annuncia l’apertura del più avanzato impianto di produzione di alluminio a basse emissioni di carbonio del mondo, Taishet Aluminium Smelter (TaAZ), a Taishet, in Siberia, rinnovando l’impegno di Rusal nella decarbonizzazione delle sue attività e della sua filiera produttiva.

Le principali associazioni del settore degli autotrasporti di Spagna hanno rinunciato a una tre giorni di stop delle attività come forma di protesta contro il governo, prevista per il 20, 21 e 22 dicembre: decisivo un accordo in extremis raggiunto con il governo, annunciato da entrambe le parti in serata. Il Governo ha assunto l’impegno a riconoscere diverse delle rivendicazioni della categoria, tra cui la proibizione delle situazioni in cui sono gli stessi camionisti, su richiesta del cliente, a doversi occupare delle operazioni di carico/scarico merci.

Siamo fondamentalmente pronti al dialogo. La Russia adesso ha messo sul tavolo le sue preoccupazioni a proposito delle attività americane e della Nato. Metteremo sul tavolo le nostre preoccupazioni rispetto alle attività russe che riteniamo danneggino i nostri interessi e valori“, ha detto il consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan a proposito del documento presentato dalla Russia sulla situazione in Ucraina.

Pfizer e il suo partner BioNTech hanno annunciato la modifica allo studio in corso dopo che un’analisi preliminare ha rilevato che i bambini di età compresa tra 2 e 4 anni non hanno avuto una risposta immunitaria così forte come previsto, sebbene i bambini piccoli abbiano reagito bene.

L’Associazione dei funzionari dell’Agenzia di vigilanza sanitaria del Brasile (Univisa/Anvisa) ha pubblicato una “nota di ripudio” rispetto alle dichiarazioni del presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, in cui il capo dello Stato ha annunciato di voler pubblicare i nomi dei tecnici Anvisa che hanno autorizzato la somministrazione del vaccino anti-Covid Pfizer sui bambini tra i 5 e gli 11 anni.

Un gruppo di sostenitori del presidente tunisino Kais Saied, oggi in piazza nel giorno dell’11mo anniversario della Rivoluzione, ha chiesto lo scioglimento del Consiglio superiore della magistratura (Csm), il risanamento dei settori della giustizia e dei media e una lotta rafforzata contro la corruzione.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password