I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

13 Novembre 2021 – Concluso il Cop26 a Glasgow: pochi passi in avanti, ma regge l’obiettivo di mantenere riscaldamento globale sotto 1,5 gradi. Ecuador, nuovi sconti in carcere con almeno 68morti. Fbi, hackerato un sistema email. Tensioni a Belgrado per murales Ratio Mladic

Concluso questa sera a Glasgow il Cop26, che ha visto la partecipazione di quasi 200 paesi che hanno approvato il Glasgow Climate Pact dando il via libera al documento finale. Greenpeace, accordo debole ma era carbone è alla fine. Di diverso avviso Greta Thunberg, l’attivista svedese ‘madrina’ dei ‘Fridays for Future‘: “La Cop26 è finita. Ecco una breve sintesi: Bla, bla, bla. Ma il lavoro vero continua fuori da queste sale. E non ci arrenderemo mai, mai“.

E’ salito a 68 morti e 25 feriti il bilancio provvisorio degli scontri avvenuti la notte scorsa nel carcere El Litoral di Guayaquil (Ecuador meridionale) fra reclusi di diversi padiglioni. Fornendo l’aggiornamento sulle vittime, riferisce il portale di notizie Primicias, la Procura ha annunciato l’apertura di una inchiesta sugli scontri, terminati molte ore dopo l’inizio nel pomeriggio di ieri con l’ingresso nel centro di reclusione di 400 agenti di polizia, mentre altri 300 hanno preso posizione all’esterno. 

Hackerato uno dei sistemi di email dell’Fbi. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, decine di migliaia di email che mettevano in guardia su un possibile cyberattacco sono state inviate da un email dell’agenzia federale. Le email non contenevano malware ma chi le riceveva veniva messo allerta su un attacco. “Urgent: threat actor in systems”, era il titolo delle email recapitate.

Nuovi raduni contrapposti pro e contro un grande murale di Ratko Mladic si sono svolti in serata a Belgrado, con la polizia presente in forze che ha separato i gruppi contrapposti evitando possibili incidenti. Il grande murale inneggiante all’ex generale serbo-bosniaco, condannato all’ergastolo dal Tribunale dell’Aja per crimini di guerra e contro l’umanità, in primo luogo per il genocidio di Srebrenica e l’assedio di Sarajevo durante la guerra di Bosnia del 1992-1995, è stato al centro nei giorni scorsi di proteste e polemiche.

La rete ferroviaria ad alta velocità della Repubblica popolare cinese Pechino-Shanghai ha contribuito ad una riduzione annuale delle emissioni di gas serra pari a 11,2 milioni di tonnellate. Le vendite di veicoli a nuova energia (Nev) in Cina hanno registrato un incremento del 141,1 per cento nel mese di ottobre, raggiungendo le 321 mila unità.

La coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita ha affermato di aver ucciso nelle ultime 24 ore 186 insorti sciiti Huthi in raid in Yemen. 

Almeno 13 combattenti fedeli al governo siriano sono stati uccisi in un’imboscata dell’Isis nell’est del Paese. L’attacco del gruppo jihadista ha ucciso “almeno 13 membri di un gruppo locale filo-regime e ne ha feriti altri“, ha detto l’Osservatorio siriano per i diritti umani, aggiungendo che l’attacco è avvenuto nell’area di Masrib.

Il ministero dei Trasporti del Vietnam ha elaborato un piano in tre fasi per la ripresa dei voli internazionali dopo la sospensione dovuta alla pandemia di coronavirus.

Ci sarebbero quasi 100mila militari russi vicino al confine con l’Ucraina. Questo almeno secondo quanto dichiarato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video di un suo discorso avvenuto mercoledì scorso e postato sul suo sito web.

Atene ci riprova: vuole indietro le sculture “rubate” del Partenone. Il premier Kyriakos Mitsotakis ha sollevato la questione alla vigilia dell’incontro la prossima settimana con Boris Johnson ma stavolta per risolvere la decennale discuta sugli Elgin Marbles fa una proposta alternativa: il governo greco si è offerto di prestare al British Museum qualche altro tesoro pur di avere indietro i marmi che 2500 anni fa adornavano il frontespizio del tempio sull’Acropoli, ad Atene, e che furono portate nel Regno Unito da Thomas Bruce, più di 200 anni fa.

Niente più doccia quotidiana, perchè le guardie la guardavano. Un topo che spuntava tutte le volte in cui andava in bagno. E’ questa la denuncia di Ghislaine Maxwell, l’ereditiera britannica accusata di essere la complice di Jeffrey Epstein, il milionario newyorkese morto suicida dopo essere stato accusato di traffico sessuale minorile. In un’esclusiva pubblicata domani per intero sul Mail on Sunday, il domenicale del tabloid britannico, Maxwell racconta l’inferno della sua vita al Metropolitan Detention Center di Brooklyn. Maxwell rischia fino a 80 anni di prigione se sarà riconosciuta colpevole di abuso e reclutamento di minori per il suo ex fidanzato, il finanziere pedofilo.

I corrieri di Amazon – chiarisce l’azienda in risposta all’annuncio dello sciopero dei corrieri in appalto – ”sono assunti da fornitori di servizi di consegne al livello G1 del ccnl trasporti e logistica con un salario d’ingresso pari a 1.658 euro lordi al mese per i dipendenti a tempo pieno, e oltre a 300 euro netti mensili come indennità giornaliera”.

La Federazione calcistica saudita ha annunciato oggi che a fine novembre lancerà la prima edizione del campionato femminile di calcio.

Stati Uniti e Qatar ribadiscono il loro impegno a rafforzare la cooperazione in tutti i settori con la firma di diversi accordi, tra cui uno riguardante la protezione degli interessi di Washington in Afghanistan e un protocollo d’intesa per ospitare persone a rischio a causa della situazione di crisi afgana.

L’Isis torna a minacciare Luigi Di Maio su uno dei suoi organi di propaganda. La rivista Al Naba ha pubblicato una foto del ministro degli Esteri e del collega americano Antony Blinken in occasione del vertice della coalizione anti-Daesh del giugno scorso a Roma. Di Maio era già stato oggetto di minacce sulla stessa rivista lo scorso luglio, proprio all’indomani del summit.

I rappresentanti del Partito nazionale liberale (Pnl), del Partito socialdemocratico (Psd) e dell’Unione democratica dei magiari (Udmr) hanno negoziato la maggior parte di un futuro programma di governo. 

L’enorme nave da carico Ever Given che aveva bloccato il canale di Suez per quasi una settimana nel mese di marzo è stata riparata nella città costiera di Qingdao, nella Cina orientale.

I funzionari dello zoo di Plumpton Park a Rising Sun, nel Maryland, hanno comunicato al mondo che il ventiseienne “Jimmie”, la giraffa maschio più vecchia del mondo, è stata sottoposta a eutanasia dopo che le condizioni degli zoccoli e delle gambe erano peggiorate.

Almeno cinque militari indiani e due civili sono stati uccisi in un attacco effettuato da un gruppo armato, l’Esercito di Liberazione del Popolo, nello Stato di Manipur, nel nord-est dell’India. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password