I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Prove di cooperazione bilaterale tra Iran e Italia. Il ministro Mohammad Javad Zarif incontra Luigi Di Maio

Il Ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha incontrato oggi a Roma il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio.

In una nota dell’ambasciata della Repubblica Iraniana in Italia si apprende che il Ministro degli Esteri dell’Iran ha esaminato la cooperazione bilaterale in campo politico, economico e culturale anche in ottica del 160° anno di relazioni diplomatiche formali tra i due governi e della capacità di sinergie in particolare nel settore economico privato dimostrato anche dal parere favorevole dell’opinione pubblica iraniana di collaborare con i player italiani.

Zarif ha però sottolineato “la necessità di rimuovere gli ostacoli e predisporre la ripresa dei rapporti economici a favore delle relazioni tra i due paesi” bloccata dal regime delle sanzioni vigenti. Il dottor Zarif ha anche fatto riferimento alla riunione virtuale di emergenza dei Ministri degli Esteri dell’Organizzazione per la cooperazione islamica condannando fermamente “le azioni razziste e belligeranti del regime sionista contro il popolo dei Territori occupati e di Gaza“. A Di Maio è stato ribadita la soluzione iraniana a tale conflitto, cioè l’avvio di un momento referendario con la presenza di tutti i palestinesi, di tutte le religioni e denominazioni. Sono anche state sollevate dal ministro degli Esteri dell’Iran al suo omologo italiano, le questioni relative alla cooperazione con i paesi del Golfo Persico e agli accordi regionali da parte dei paesi di questa regione, le questioni relative a Yemen, Afghanistan, Iraq e gli ultimi sviluppi relativi ai colloqui di Vienna (JCPOA).

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale d’Italia, Luigi Di Maio, da parte sua ha sottolineato il desiderio del suo Paese di espandere la cooperazione bilaterale con l’Iran, soprattutto in campo politico, economico e culturale in ottica anche della risoluzione di importanti questioni regionali e internazionali.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password