I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Siemens e Confindustria rinnovano accordo per digitalizzare imprese

Siemens Digital Industries Italia e Confindustria, rappresentati rispettivamente da Giuliano Busetto, Head of Digital Industries di Siemens Spa, il Direttore Generale di Confindustria Francesca Mariotti, il Vice Presidente di Confindustria per le Filiere e Medie Imprese Maurizio Marchesini e il Responsabile del Coordinamento Nazionale dei DIH di Confindustria Gianluigi Viscardi, hanno siglato un nuovo accordo, denominato “Smart Factory Siemens – 100 Giornate Evolution”: un progetto che intende incentivare la trasformazione digitale delle imprese e che coinvolgerà il mondo imprenditoriale italiano anche per tutto il prossimo anno. Una sinergia che risponde anche alle opportunità fornite dalla legge di bilancio per il 2021, che ha prorogato il Piano Transizione 4.0, estendendo l’operatività delle misure a supporto degli investimenti, della R&I e della creazione di competenze fino al 2022.

In particolare, Siemens offrirà alle imprese di Confindustria e ai DIH la possibilità di organizzare 100 giornate dedicate alla conoscenza dei vantaggi della digitalizzazione per le imprese manifatturiere interessate ad approfondire e investire nelle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0. A seguito di assessment sulla loro maturità digitale – coordinati e svolti nei DIH di Confindustria dislocati sul tutto il territorio Italiano – le imprese verranno poi indirizzate e accreditate presso il DEX, centro di eccellenza e modello di Smart Factory, dove avranno l’opportunità di aggiornarsi rispetto alle innovazioni tecnologiche, di acquisire il background tecnico culturale indispensabile per attuare il proprio rinnovamento e soprattutto dove potranno testare e conoscere le tecnologie di controllo, di progettazione e di simulazione digitale applicate alle macchine automatiche, macchine utensili, stazioni con robot e isole industrial software, oggetto del Piano Transizione  4.0. 

Particolarmente interessati i percorsi di formazione personalizzati in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle aziende, con focus su automazione, simulazione, digital twin, cloud e edge computing, data analytics, intelligenza artificiale e altre tecnologie abilitanti alla trasformazione digitale delle imprese.

Il primo accordo, del luglio 2018, ha visto coinvolte quasi 300 aziende, con oltre 500 partecipanti. D’altra parte “Attraverso la digitalizzazione le imprese diventano più competitive, con la riduzione del time to market, con un aumento della flessibilità produttiva, efficienza e soprattutto sostenibilità, garantita dall’uso sistematico di tecnologie digitali come motore dello sviluppo e della crescita” ha affermato Giuliano Busetto è normale rinnovare questa partnership.

In questa cornice i Digital Innovation Hub (DIH) di Confindustria hanno proseguito e intensificato la loro attività di sensibilizzazione sulle opportunità offerte dalle tecnologie digitali e di orientamento delle imprese verso gli attori dell’ecosistema dell’innovazione. I DIH hanno, inoltre, supportato le imprese nella valutazione della maturità digitale utilizzando lo strumento di assessment definito dal Politecnico di Milano e, avvalendosi di questo strumento, hanno realizzato anche progetti con grandi partner industriali e i loro fornitori più rilevanti volti a rilevare il livello di digitalizzazione della filiera. 

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password