I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Nasa, continua anche nell’epoca Covid la corsa per la Luna

La Nasa, ha annunciato via web, identificato tre aziende statunitensi per progettare e sviluppare sistemi di atterraggio umano (HLS) per il programma Artemis dell’agenzia. Tra i programmi vi è quello di far atterrare la prima donna e poi il prossimo uomo sulla superficie della Luna entro il 2024. Non si fermano neppure di fronte alla pandemia Covid-19 i programmi spaziali degli States. Le società selezionate dall’agenzia spaziale sono: Blue Origin of Kent, Washington, che sta sviluppando l’Integrated Lander Vehicle (ILV) – un lander a tre stadi che sarà testato sul proprio sistema di lancio New Glenn Rocket System e poi su quello ULA Vulcan. Dynetics di Huntsville, Alabama, invece sta sviluppando il Dynetics Human Landing System (DHLS) – un’unica struttura che fornisce le capacità di salita e discesa. SpaceX di Hawthorne, California, sta sviluppando la Starship – un lander completamente integrato che verrà montato sul razzo SpaceX Super Heavy.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password