I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

In Estonia la prima ambasciata indiana delle Repubbliche baltiche e ci sarà pure la statua di Gandhi

Il prossimo autunno, nel quartiere Mustamäe della capitale Tallinn, verrà eretto un monumento di tre metri raffigurante Mahatma Gandhi. La statua in bronzo sarà fabbricata in India e poi spedita in Estonia per essere inaugurata a ridosso dell’anniversario della nascita di Gandhi, il 2 ottobre. L’India aveva offerto la statua all’Estonia nel 2019 come parte della strategia di rafforzamento delle relazioni diplomatiche con Paesi diversi, come Paraguay e Repubblica Dominicana. Nuova Delhi si è dichiarata lieta che Tallinn abbia accettato il dono della statua e abbia acconsentito all’apertura di una missione indiana in loco, avente la finalità di rendere più profonde le relazioni politiche, far crescere il commercio bilaterale e gli investimenti, agevolare gli scambi personali, nonché assistere meglio la comunità indiana nel Paese. L’India aprirà così un’ambasciata a Tallinn, che sarà per il momento l’unica nelle Repubbliche baltiche.

Dopo l’incontro a New York del 28 giugno, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guteress ha nominato la presidente dell’Estonia Kersti Kaljulaiddifensore globale di ogni donna e ogni bambino” per i prossimi due anni. Al centro dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile vi è la salute e il benessere di donne, bambini e adolescenti, e la Kaljulad, a capo dell’Estonia dal 2016, faceva già parte del Gruppo direttivo della sezione EWEC (Every Woman Every Child). Ora questo Gruppo è sostituito dal ruolo del Difensore globale, che comunque non disporrà di una segreteria propria o di un budget dedicato. Secondo le Nazioni Unite, la Kaljulaid “incarna la missione” ed “è sempre stata una campionessa del multilateralismo e della sfida alle disuguaglianze attraverso il buon utilizzo della tecnologia come un livellatore di opportunità per raggiungere coloro che sono rimasti molto indietro”. Come Difensore globale di ogni donna e ogni bambino, potrà usare una piattaforma speciale, nonché il suo ruolo di leadership, per ispirare e mobilitare la comunità internazionale e per emettere una relazione annuale sui progressi del benessere e della salute delle categorie più vulnerabili.

La Banca centrale estone ha dichiarato che i depositi delle famiglie sono cresciuti di soli 13 milioni di euro nel mese di maggio, il che rappresenta un incremento molto inferiore ai 200 milioni dei primi mesi del 2021. L’aumento dei depositi era stato più rapido in Estonia rispetto alla media dei Paesi dell’Unione Europea. Secondo gli esperti della banca, la spiegazione risiede in due fattori. Anzitutto la riforma pensionistica, che ha permesso ai cittadini con una determinata età di poter ritirare e poi spostare i propri risparmi dal secondo pilastro pensionistico. In secondo luogo c’è stata l’impossibilità di spendere, a sua volta forzata dalle chiusure da lockdown. Da maggio in poi, invece, con le riaperture dei centri commerciali e una certa possibilità di viaggiare, le persone si sono rimesse a spendere per servizi e beni di consumo. Non essendoci in vista nuove restrizioni per l’estate, si prevede un ulteriore rallentamento dei depositi.

Condividi questo post

Vive a Mosca dal 2006. Traduttore dal russo e dall’inglese, insegnante di lingua italiana. Dal 2015 conduce la video-rassegna della Giordano Brokerage-EST, in cui racconta le notizie positive sulla Russia e sulla cooperazione tra Italia e Russia che vengono ignorate o travisate dalla stampa italiana. 

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password