I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Gli Emirati Arabi Uniti distribuiranno 65.000 pasti di Ramadan in Yemen

La scorsa settimana gli Emirati Arabi Uniti hanno inaugurato, in collaborazione con l’Emirates Red Crescent, il suo progetto di beneficenza annuale distribuendo 1.000 pasti Iftar nel campo di Al Wa’arah nel distretto di Khawkhah nel Governatorato di Hodeidah, nello Yemen.  Secondo l’agenzia di stampa emiratina “WAM”, il progetto andrà a beneficio di 2.000 rifugiati e poveri ogni giorno, durante il mese sacro per i musulmani, nei campi dei distretti liberati lungo la costa del Mar Rosso nello Yemen, in particolare nei governatorati di Taiz e Hodeidah.

Foto – La preparazione delle borse con gli aiuti alimentari provenienti dagli Emirati Arabi Uniti

La Mezzaluna Rossa degli Emirati, l’equivalente della nostra Croce Rossa, distribuirà 1.000 pasti Iftar con cui i musulmani rompono il digiuno per un totale di 65.000 pasti durante l’intero mese del Ramadan. Hazem Shandhour, direttore del dipartimento d’emergenza della Emirates Red Crescent della Costa sul Mar Rosso, ha aggiunto che le squadre di soccorso stanno compiendo sforzi significativi per raggiungere la popolazione più vulnerabile. Hamid Al Khazan, direttore dell’unità esecutiva del Consiglio locale di Hodeidah, ha ringraziato i volontari e la leadership degli Emirati Arabi Uniti per il sostegno ai residenti di Hodeidah in queste difficili circostanze.

Inoltre, Khalid Al Ashbat, presidente del dipartimento dell’organizzazione al Congresso generale del popolo sulla costa del Mar Rosso, ha elogiato gli sforzi degli Emirati Arabi Uniti per sostenere il popolo yemenita e in particolare i residenti in queste aree. Questo progetto fa parte di una dozzina di programmi realizzati dalla Mezzaluna Rossa emiratina per rilanciare i valori e lo spirito originali del mese del Ramadan, promuovendo la tolleranza e la fratellanza.

Di recente, il ministro degli Esteri Anwar Gargash ha dichiarato che gli Emirati respingono la recente decisione di un gruppo separatista meridionale yemenita di dichiarare l’autogoverno nelle aree sotto il suo controllo e ha sollecitato la piena attuazione dell’accordo di pace raggiunto l’anno scorso per la regione meridionale. E’ opportuno ricordare che gli Emirati hanno svolto un ruolo chiave nella coalizione guidata dai sauditi aiutando il governo yemenita riconosciuto a livello internazionale a combattere i gruppi terroristici affiliati a Daesh e al-Qaeda.

Dopo anni di guerra, le forze armate degli Emirati si sono ritirate lo scorso febbraio e, al loro ritorno, sono state celebrate come dalla Nazione con grandi festeggiamenti. Secondo diversi rapporti, almeno 11.000 soldati yemeniti sono stati addestrati per liberare il loro paese e proteggerlo dal terrorismo. Per fornire assistenza al popolo yemenita, gli Emirati hanno anche contribuito alla costruzione di nuove infrastrutture, che hanno permesso di raggiungere la popolazione più vulnerabile con assistenza medica e supporto.

Finora, il valore dell’assistenza fornita da Abu Dhabi allo Yemen, da aprile 2015, è stato di 6 miliardi di dollari. Tale sostegno include il ripristino di scuole e ospedali, la protezione delle fonti energetiche, la ricostruzione di aeroporti e porti, l’espansione di strade e unità abitative, insieme ad altri programmi per garantire il sostentamento di più segmenti di popolazione, compresi i più vulnerabili come vedove, orfani e sfollati.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password