I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Expo Dubai 2020 si prepara ad aprire le porte al mondo

Mancano meno di cinque mesi prima che Expo 2020 apra le sue porte al mondo ed i preparativi a Dubai, cuore pulsante degli Emirati Arabi Uniti, procedono a ritmo sostenuto. Più di 2.500 agenti di viaggio online, tour operator, gruppi di hotel e compagnie aeree hanno firmato come rivenditori autorizzati di biglietti (ATR) per Expo 2020 Dubai, hanno annunciato gli organizzatori all’Arabian Travel Market 2021 (ATM). Distribuiti in mercati chiave, da oltre 100 paesi, gli ATR offriranno pacchetti di viaggio a valore aggiunto per i visitatori internazionali per sperimentare il meglio che Expo 2020 ha da offrire in base a una vasta gamma di budget e preferenze, supportando la missione di Expo di accogliere i visitatori di tutto il pianeta per partecipare alla creazione di un nuovo mondo.   “Expo 2020 Dubai è a meno di cinque mesi dal radunare il mondo per una celebrazione globale dell’ingegno umano, che promette un’esperienza straordinaria per i visitatori di tutte le età, nazionalità e interessi – e una forte rete internazionale di ATR è parte integrante del raggiungimento di questo obiettivo”. Ha detto Sumathi Ramanathan, Vice President, Market Strategy & Sales, Expo 2020 Dubai. “Siamo felicissimi di aver notevolmente aumentato il numero di ATR siglati con Expo, più che raddoppiato rispetto a prima dell’inizio della pandemia. Expo 2020 è pronta ad accogliere il mondo e, grazie al supporto dei nostri partner nel settore del turismo, dell’ospitalità e dei viaggi, i visitatori internazionali saranno pienamente supportati per unirsi a noi e far parte dell’Expo mondiale più diversificata della storia, mentre costruiamo un futuro per tutti”. Ha aggiunto. Le reti di rivenditori attivate nei mercati di destinazione si basano sul modo in cui i potenziali visitatori in quei paesi prenotano i biglietti nelle diverse fasi del loro processo di pianificazione del viaggio e saranno fondamentali per facilitare i viaggi alla prima Esposizione mondiale in Medio Oriente, Africa e Asia meridionale. L’annuncio segue il riuscito incontro faccia a faccia di delegati provenienti da 173 degli oltre 190 paesi partecipanti all’Expo al sesto e ultimo International Participants Meeting all’inizio di questo mese, un evento inaugurale per il Dubai Exhibition Centre, Expo 2020 Dubai. All’inizio di quest’anno, Expo 2020 ha anche accolto più di 100.000 visitatori per un’esperienza in anteprima di Terra – The Sustainability Pavilion, fornendo un assaggio di ciò che verrà quando Expo 2020 aprirà le sue porte al mondo. Entrambi gli eventi hanno permesso ai presenti di toccare con mano l’ampio programma di misure precauzionali che Expo 2020 ha adottato per garantire la sicurezza di tutti i visitatori, partecipanti e personale, lavorando in stretta collaborazione con il Ministero della Salute e della Prevenzione degli Emirati Arabi Uniti e l’Autorità Sanitaria di Dubai e in linea con le informazioni e i consigli più recenti dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Queste misure – ha riferito l’organizzazione – includono l’installazione di telecamere termiche e stazioni di sanificazione in tutto il sito, l’uso obbligatorio della maschera facciale e l’implementazione di regolamenti di allontanamento sociale. Expo 2020 offre anche vaccinazioni COVID-19 gratuite a tutti i partecipanti ufficiali e al loro staff.

La scorsa settimana, il Comitato direttivo di Expo 2020 Dubai ha esortato tutti gli oltre 200 partecipanti ad unirsi alla campagna di vaccinazione di Expo 2020, lodando la decisione di Sua Altezza lo sceicco Hamdan bin Mohammed Al Maktoum, Principe ereditario di Dubai e Presidente dell’esecutivo Consiglio di Dubai, di offrire vaccinazioni gratuite a tutti i partecipanti ufficiali e al loro staff. Durante la sua ultima riunione, il Comitato Direttivo ha esortato tutti i partecipanti ufficiali ad adottare misure per garantire la sicurezza del proprio personale e dei visitatori. La raccomandazione è stata formulata mentre il Comitato, che rappresentava le oltre 190 nazioni partecipanti e comprendeva i Commissari generali di 34 paesi, discuteva le solide misure attuate a Expo 2020 per salvaguardare tutti i partecipanti, la forza lavoro, i fornitori, gli appaltatori ei visitatori, riflettendo gli sforzi più ampi degli Emirati Arabi Uniti contro la pandemia globale in corso. Manuel Salchli, presidente del comitato direttivo di Expo 2020 e commissario generale per la Svizzera all’Expo 2020, ha dichiarato che “la salute e la sicurezza sono una parte fondamentale della pianificazione e delle operazioni per tutte le esposizioni mondiali e la pandemia globale in corso ha messo tutto questo in primo piano. È molto importante che tutti i partecipanti ufficiali beneficino della generosa offerta degli Emirati Arabi Uniti di vaccinare le loro delegazioni ed è responsabilità collettiva di tutti i paesi sostenere questa iniziativa per garantire un’Expo piacevole e sicura per tutti i partecipanti”. Il comitato direttivo si è riunito dopo il sesto e ultimo incontro internazionale dei partecipanti (IPM), che si è svolto all’inizio della scorsa settimana. L’IPM ha visto più di 370 rappresentanti senior di 173 paesi riunirsi a Dubai per discutere i preparativi finali prima dell’apertura del mega-evento il 1 ° ottobre e sperimentare in prima persona le solide misure preventive e di sicurezza che sono già state implementate. “Expo 2020 e gli Emirati Arabi Uniti hanno lavorato diligentemente per attuare un programma di ampia portata di misure precauzionali, in stretta collaborazione con le autorità locali competenti e seguendo la guida dei principali esperti medici mondiali. Gli Emirati Arabi Uniti dovrebbero essere applauditi per aver portato 173 nazioni partecipanti a Dubai per questo importante incontro, garantendo la sicurezza e il benessere di tutti i partecipanti”. Ha aggiunto Salchli. “Più di ogni altra crisi, COVID-19 ci ha mostrato che le sfide globali richiedono uno straordinario sforzo comune. Con gli Emirati Arabi Uniti che dimostrano costantemente il loro impegno per la salute e la solidarietà globale, siamo fiduciosi che, attraverso una stretta collaborazione e una determinata cooperazione, Expo 2020 Dubai sarà un evento stimolante e illuminante che offrirà esperienze sicure e significative a ogni visitatore”. Ha confermato Dmitri S Kerkentzes, Segretario Generale, Bureau International des Expositions.

Clayton Kimpton, Commissario generale per la Nuova Zelanda all’Expo 2020, ha dichiarato: “Durante il recente IPM, abbiamo sentito e sperimentato in prima persona come Expo 2020 rimanga impegnata a offrire un’Expo eccezionale e, soprattutto, sicura per tutti, e lodiamo gli organizzatori e la leadership del paese per i loro sforzi esemplari“. Dall’installazione di telecamere termiche e stazioni di sanificazione in tutto il sito, all’obbligo di indossare la maschera facciale e all’implementazione delle norme di distanziamento sociale, siamo stati rassicurati nel vedere le misure che sono state messe in atto e sentire come continueranno a essere monitorati e adeguati, in linea con le ultime informazioni e indicazioni fornite dall’Organizzazione mondiale della sanità. Sua Eccellenza Tony Joudi, Commissario Generale per le Bahamas all’Expo 2020, ha aggiunto: “Applaudiamo Expo 2020 per il loro approccio prudente e responsabile al COVID-19 e per le sfide che continua a presentare a tutti noi. Proprio come la pandemia richiede una risposta unificata, così fa la consegna di quella che crediamo sarà un’esposizione mondiale davvero storica, e garantiamo il nostro impegno e supporto continui”.

All’inizio dell’anno, Expo 2020 ha lanciato un’ampia campagna di vaccinazione COVID-19 per tutti i dipendenti di Expo 2020 e le loro famiglie. Più in generale, gli Emirati Arabi Uniti hanno supervisionato uno dei programmi di vaccinazione più veloci al mondo, somministrando già più di 10 milioni di dosi da quando il programma è iniziato alcuni mesi fa. Il dott. Amer Sharif, capo del Centro di comando e controllo COVID-19 (CCC) di Dubai, ha sottolineato che dall’inizio della pandemia, gli Emirati Arabi Uniti hanno seguito una chiara strategia nella gestione del COVID-19. Il CCC di Dubai, sin dalla sua istituzione, ha sviluppato protocolli, linee guida e misure precauzionali basate sulla scienza e sui dati. Il principio guida nella gestione della pandemia è sempre stato quello di trovare un equilibrio tra vite e mezzi di sussistenza. Recentemente, più di 100.000 persone hanno assistito a un’anteprima di Terra – The Sustainability Pavilion, e hanno sperimentato le misure adottate per proteggere i visitatori e garantire la distanza sociale nel sito dell’Expo. Questi includevano la pre-prenotazione obbligatoria dei biglietti per controllare la capacità e il flusso dei visitatori; segnaletica orizzontale e segnaletica per incoraggiare il distanziamento sociale; nonché personale designato responsabile del monitoraggio e della regolamentazione delle distanze sociali in tutte le sedi. In riconoscimento di questa conformità agli standard e ai protocolli di sicurezza pertinenti, l’Expo Pavilions Premiere ha ricevuto il timbro Dubai Assured dal governo di Dubai. Dal 1 ° ottobre 2021 al 31 marzo 2022, Expo 2020 riunirà persone, comunità e nazioni per costruire ponti, ispirare l’azione e fornire soluzioni di vita reale alle sfide della vita reale. I visitatori potranno scoprire innovazioni che avranno un impatto positivo e significativo sia sulle persone che sul pianeta.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password