I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Coronavirus, da un gruppo assicurativo francese 250mila euro alla Protezione Civile. Aiuti anche dagli Usa

La compagnia francese Groupama Assicurazion ha destinato oggi una somma pari a 250.000 euro alla Protezione Civile per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine, camici, occhiali di protezione…) per medici e infermieri.

Pierre Cordier, amministratore delegato, in occasione della Donazione alla Protezione Civile ha dichiarato:

“La nostra Compagnia si contraddistingue da sempre nel portare avanti valori quali prossimità e impegno. Siamo orgogliosi di poterli ribadire e di poter concretizzare la presenza e la vicinanza al territorio con un gesto di solidarietà e di supporto nei confronti della Protezione Civile nel contrastare l’emergenza Covid-19. Siamo consapevoli delle difficoltà che il nostro Paese nella sua totalità sta attraversando, ed é per questo che oggi, ancor più di prima, vogliamo continuiamo ad allargare lo spettro delle nostre attività a sostegno di clienti, agenti e dipendenti. Fare la nostra parte e’ un dovere bello e nobile, il senso del nostro lavoro non e’ mai stato così incontestabile: assicuriamo la resilienza e proteggiamo il futuro”.

Anche sul fronte Stati Uniti si inizia a muovere qualche cosa. Ieri dalla base di Ramstein, in Germania, è decollato un C-130J Super Hercules dell’86esimo stormo Airlift Wing dell’Air Force con a bordo un sistema mobile di stabilizzazione dei pazienti che andrà a potenziare il centro delle malattie infettive della fondazione Gemelli. Il centro sarà intitolato a Leon Roosevelt Edwards a seguito dell’accordo stretto tra l’organizzazione no profit US Charitable Trust con il policlinico stesso.

Il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana oggi in conferenza stampa ha inoltre aggiunto che:

“Per l’ospedale di Sondalo ci è stata data la certezza che arriverà un gruppo di medici russi, dovrebbe essere una questione di ore. L’ospedale alla Fiera di Milano sta procedendo, mentre a Cremona è partito l’ospedale da campo sotto la gestione dell’Ong americana Samaritan’s Purse”

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password