I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Coronavirus, anche Boris Johnson infettato

“Ho sviluppato leggeri sintomi da coronavirus, febbre e tosse persistente, su suggerimento del medico ho fatto il test che è risultato positivo”. Ad annunciarlo il premier britannico Boris Johnson tramite il suo account Twitter di aver contratto il virus.

“Mi sono messo in autoisolamento. È la cosa giusta da fare, continueró a guidare la risposta del governo a questo virus in videoconferenza, insieme lo batteremo.” 

Buckingham Palace ha precisato all’Indipendent che il Primo ministro britannico ha incontrato la 93enne regina Elisabetta II l’11 marzo, ovvero oltre due settimane fa, un tempo sufficiente secondo le attuali linee guida dell’Oms per scongiurare un eventuale contagio.


Intanto Downing Street cerca di spegnere le polemica che stavano montando sui media locali per la mancata partecipazione britannica al programma europeo per l’acquisto di ventilatori polmonari non sarebbe riconducibile alla Brexit, ma a un banale “problema di comunicazione”.

“Non siamo più in tempo per partecipare al primo appalto – avendo ricevuto la comunicazione in ritardo – ma prenderemo in considerazione la possibilitá di partecipare a quelli futuri”.

Nel frattempo l’opposizione laburista non perde la sua occasione di rivincita. Jeremy Corbyn, alla guida della minoranza in Gran Bretagna, afferma che la risposta del governo britannico alla crisi del coronavirus dimostra che aveva “assolutamente ragione sulla spesa pubblica alle elezioni generali del 2019. In campagna elettorale mi accusavano di essere uno che voleva spendere più soldi di quanto potessimo permetterci per correggere i torti sociali. Ora i tories si sono improvvisamente resi conto che devono spendere soldi per investire nello stato, cosa che come partito abbiamo sempre sostenuto”.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password