I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Coronavirus, Alberto Zangrillo rassicura: Italia all’avanguardia nelle risposte terapeutiche

“Al momento in Italia il coronavirus è una questione di sorveglianza epidemiologica e infettivologica. Non bisogna fare allarmismi perché l’attività di  controllo riduce il rischio di casi sul nostro territorio”. Ad affermarlo Alberto Zangrillo, responsabile di Anestesia e rianimazione al San Raffaele di Milano, già coordinatore dei centri con le macchine salva-polmoni (Ecmo) utilizzata durante la peste suina che rassicura anche se la situazione si aggravasse: “malauguratamente e sperando che ciò non accada, ci dovesse essere 
un’evoluzione con casi nel nostro Paese, il sistema sanitario italiano è assolutamente in grado di garantire una risposta terapeutica tra le  migliori al mondo contro complicanze respiratorie gravi”.

“Noi rianimatori – aggiunge Zangrillo – eravamo scesi in campo perché si era visto che l’epidemia influenzale  poteva ingenerare l’insidiosa complicanza polmonare”. Da allora la rete – formata da 14 terapie intensive sul territorio con le macchine  e il personale adeguato – è rimasta attiva. “Il ministero della Salute aveva stanziato 25 milioni di euro per l’adeguamento infrastrutturale e formazione nel settore. Quindi questa rete è stata capace di evolversi, ha utilizzato bene i materiali e, soprattutto, ha salvato delle vite. Perché dal 2009 ad  oggi ogni anno, durante la stagione influenzale, si sono manifestate  sindromi, anche in soggetti giovani e non appartenenti alle categorie a rischio, che hanno avuto bisogno del nostro intervento”. Quindi, anche se l’emergenza coronavirus si evolvesse negativamente,  “il nostro sistema è assolutamente in grado di garantire una risposta terapeutica tra le migliori al mondo. E posso dirlo con cognizione di causa perché i dati positivi, relativi agli esiti, sono stati pubblicati nel corso degli anni. I dati dei follow up dei pazienti trattati sul territorio italiano hanno garantito risultati straordinariamente confortanti, che ci collocano sicuramente tra le sanità migliori del mondo”.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password