I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Commissione Ue propone stop Patto di Stabilità. PIL Usa -24% nel II semestre

La Commissione Europea in una nota diffusa oggi alla stampa comunica che:

“ha proposto l’attivazione della ‘clausola generale di fuga’ del Patto di stabilita’ e crescita come parte della sua strategia per rispondere rapidamente, con forza e in modo coordinato alla pandemia di coronavirus. Una volta approvato dal Consiglio, consentirà agli Stati membri di adottare misure per affrontare adeguatamente la crisi, allontanandosi dalle esigenze di bilancio che normalmente si applicherebbero nel quadro fiscale europeo”.

Secondo l’esecutivo europeo si tratta di “un passo importante per adempiere all’impegno della Commissione di utilizzare tutti gli strumenti di politica economica a sua disposizione per sostenere gli Stati membri nella protezione dei loro cittadini e nel mitigare le conseguenze socioeconomiche gravemente negative della pandemia”.

Viene quindi riconosciuto che la pandemia sta comportando uno shock epocale nelle economie europee e globali. Una situazione che sta costringendo i membri dell’UE ad adottare leggi finanziarie straordinarie per implementare l’offerta sanitaria e offrire un sostegno concreto a tutti quei cittadini e settori che sono particolarmente colpiti. Questa maggiore spesa – spiega sempre la Commissione – porterà all’esplosione del deficit fuori dalle regole fino ad oggi adottare dall’Europa.

“La Commissione invita il Consiglio ad approvare la sua proposta il più rapidamente possibile ed é pronta a intraprendere ulteriori azioni man mano che la situazione si evolve”.

L’accelerazione arriva il giorno nel quale Goldman Sachs comunica le sue stime sull’economia Usa. La banca aveva inizialmente previsto un calo del pil del 5% per i primi tre mesi dell’anno. Ora invece viene stimata una contrazione del pil americano del 6%. Nel secondo trimestre il calo si attesterà attorno al 24%. Nel terzo e quarto’ pero’ attesa la ripresa, con l’economia che crescera’ del 12% nel periodo luglio-settembre e del 10% negli ultimi tre mesi dell’anno.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password