I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Chiesa di Notre-Dame a Nizza: due decapitati e una sgozzata al grido Allah Akbar. Attentato anche a Gedda

Attacco all’arma bianca nei pressi della chiesa di Notre-Dame, a Nizza dove un uomo è stato decapitato, una donna sgozzata e un’altra donna è morta a seguito delle ferite riportate. L’assalitore avrebbe fatto irruzione nella chiesa attaccando i fedeli con un lungo coltello. A fermarlo, l’intervento degli agenti richiamati dalle urla che lo hanno gravemente ferito a colpi di pistola. L’attacco è iniziato intorno alle 9 del mattino. L’attentatore è stato ferito e arrestato dalla polizia che ha sparato almeno sette colpi. Il sindaco della città, Christian Estrosi, ha twittato: “Confermo che tutto fa pensare a un attentato terroristico nella Basilica di Notre-Dame de Nice“. “L’autore dell’attentato, mentre veniva medicato dopo essere stato ferito dalla polizia, continuava a gridare senza interruzione Allah Akbar. Dobbiamo applicare il pugno duro. Non se ne può più. ci vuole il pugno duro, va sconfitto il nemico, l’islamofascismo. Ho chiesto che tutte le chiese siano chiuse, che tutti i luoghi di culto siano chiusi, che tutti i luoghi pubblici dove c’e’ allarme, asili nido o simili, siano chiusi per il momento“. Un potenziale complice dell’attacco di Nizza sarebbe ricercato dalla polizia nell’area della chiesa di Notre-Dame, dove è avvenuto l’accoltellamento in cui sono state uccise tre persone. A causa delle ricerche, di cui ha dato notizia Nice Matin citando proprie fonti, agli abitanti è stato dato ordine di restare al riparo. 

I testimoni raccontano che un donna “Dite ai miei figli che li amo“: queste le ultime parole prima di morire della donna morta in un bar dove si era rifugiata dopo essere stata colpita alla gola dal killer della chiesa di Notre-Dame a Nizza.

Il premier francese, Jean Castex, ha raggiunto Macron immediatamente lasciando l’Assemblea Nazionale per recarsi alla cellula di crisi in Place Beauvau. Il presidente finita la riunione andrà personalmente nel luogo della strage.

Condanno con forza l’attentato terrorista nella basilica. In segno di lutto e di solidarietà con le vittime e i loro cari, chiamo i musulmani di Francia ad annullare tutte le festività della festa di Mawlid“. Così il Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm). La Conferenza episcopale di Francia ha condannato come atto “indicibile” l’attacco che ha provocato tre morti e ha sottolineato che “i cristiani non devono diventare un bersaglio da abbattere“. Lo ha detto alla France Presse padre Hugues de Woillemont, portavoce dei vescovi francesi.

Intanto le autorità saudite hanno arrestato un uomo di circa 40 anni per aver accoltellato una guardia del consolato di Francia a Gedda. Lo riferisce l’agenzia di stampa saudita “Spa“. La guardia avrebbe riportato ferite di lieve entità e sarebbe stata portata in ospedale per essere curata, aggiunge la stessa fonte.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password