I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Chernobyl, Zelensky: incendi domati e nessun eccesso di Cesio sui vigili del fuoco

L’Agenzia ucraina per la gestione della zona di esclusione (Державне агентство України з управління зоною відчуження) ha reso noto che la serie di incendi, scoppiati in prossimità della zona nella regione settentrionale dell’Ucraina di Zhytomyre, a ridosso della zona rossa di Chernobyl, dei quali avevamo già raccontato nei scorsi giorni, in Ucraina, non avrebbero creato problemi di salute per il personale impiegato a domarli. In base ai test effettuati fino a questa mattina su 658 persone (ne sono stati impiegati 700 fra vigili del fuoco, unita’ del Servizio per le emergenze e volontari), infatti “non é stato evidenziato alcun eccesso di Cesio 137”.

In precedenza era intervenuto anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky con un messaggio per i cittadini, nel quale ha sottolineato come non ci sarebbero più incendi attivi nella zona di alienazione di Chernobyl e di conseguenza come fossero cessati i pericoli per la centrale nucleare e altre infrastrutture critiche. I responsabili dell’incendio sarebbero già stati arrestati secondo il leader ucraino. “Chiedo ai cittadini di non entrare nel panico. Ci ricordiamo la lezione del 26 aprile 1986, e nessuno vi nasconderà la verità”, ha concluso Zelensky.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password