I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Brasile, deforestazione segna un +108% a gennaio

Continua inesorabile la deforestazione amazzonica, nonostante le rassicurazioni del presidente Jair Bolsonaro. Mercoledì scorso proprio il leader brasiliano ha approvato un progetto di legge che prevede controverse ricognizioni minerarie sulle terre degli indigeni le quali favorirebbero le attività di deforestazione. La deforestazione amazzonica secondo i dati ufficiali, resi pubblici dall’inpe (Istituto Nazionale di ricerche spaziali brasiliano) è più che raddoppiata a gennaio rispetto allo stesso mese del 2019, segnando un +108%, che si traduce in un disboscamento pari ad oltre 280 chilometri quadrati.

Nel gennaio del 2019 il dato era di 136 km2, contro i 183 km2 del 2017 e i 58km2 del 2017; nel primo anno di mandato del presidente brasiliano Jair Bolsonaro la deforestazione totale è aumentata dell’85% (9.166 km2 contro i 4.946 km2 dei dodici mesi precedenti). Difficile quindi credere che il licenziamento del presidente dell’inpe, Ricardo Galvao, accusato di aver esagerato l’entità della deforestazione, non possa essere assimilato ad un allentamento di comodo.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password