I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

9 Novembre 2020 – Nagorno-Karabakh Armenia accordo di pace doloroso con Azerbaigian. Germania preoccupata per tassi interesse banche negativi. Usa, GOP contro segretario di Stato per gestione elezioni

Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha dichiarato di aver firmato un accordo che ha definito “doloroso” per mettere fine ai combattimenti nel Nagorno-Karabakh. In un comunicato diffuso nella notte su Facebook ha scritto: “Ho firmato una dichiarazione con i presidenti di Russia e Azerbaigian sulla fine della guerra nel Nagorno-Karabakh” definendo l’iniziativa “incredibilmente dolorosa per me e per il nostro popolo“. La Russia intanto apprezza il fatto che l’Azerbaigian abbia immediatamente ammesso la sua colpevolezza nell’incidente che ha portato proprio oggi all’abbattimento di un elicottero militare russo Mi-24. Lo ha riferito il ministero degli Esteri russo rispondendo alla nota di scuse emessa dall’omologa istituzione azerbaigiana.

Il presidente della Federazione delle banche tedesche (Bdb), Hans-Walter Peters, ha messo in guardia dalle conseguenze che il tasso sui depositi praticato dalla Banca centrale europea (Bce), pari allo 0,5 per cento dal 18 settembre 2019, potrebbe avere per gli istituti di credito. In particolare, Peters ha avvertito che sempre piu’ banche potrebbero essere costrette ad applicare tassi negativi sui conti dei propri clienti.

La Federal Reserve si dice preoccupata per l’elevato livello di indebitamento di famiglie e imprese, che hanno preso a prestito grazie ai tassi molto bassi che ci sono dall’inizio della crisi Covid-19, avvertendo che c’e’ un elevato rischio di insolvenza. E’ quanto afferma la banca centrale americana in un rapporto sulla stabilita’ finanziaria. 

In Georgia e’ scontro aperto all’interno del partito repubblicano: i senatori Gop David Perdue e Kelly Loeffler hanno chiesto le dimissioni del segretario di Stato, Brad Raffensperger, anch’esso repubblicano, accusandolo di “non essere riuscito a tenere elezioni oneste e trasparenti“. “La gestione delle elezioni in Georgia è diventata un imbarazzo per lo Stato. Siamo stati chiari fin dall’inizio: ogni voto legale raccolto dovrebbe essere contato, qualsiasi voto illegale no. E ci deve essere trasparenza e uniformita’ nello scrutinio. Riteniamo che ci siano stati dei fallimenti e devono essere portati alla luce, anche se ricadono sul nostro stesso partito“.

L’industriale Andrea Merloni, 53 anni, ex presidente di Indesit Company dal 2010 al 2013 e, insieme al gemello Aristide, figlio piu’ giovane di Vittorio Merloni, e’ morto nella sua abitazione a Milano. 

La polizia polacca ha portato via manifestanti per il diritto all’aborto che bloccavano una strada a Varsavia, oggi, in occasione del 19esimo giorno consecutivo di proteste antigovernative a livello nazionale che sono state innescate dall’irrigidimento della legge sull’aborto, nel Paese a prevalenza cattolica. Altre proteste si sono svolte anche a Katowice e a Bialystok, con i partecipanti che chiedevano diritti all’aborto per le donne e le dimissioni del governoe. Il primo ministro Mateusz Morawiecki ha invitato le persone a rimanere a casa ed esprimere la loro rabbia su internet a causa della pandemia di coronavirus. 

Pfizer dovrà presentare i dati sul suo candidato vaccino alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti e attendere una revisione, due fasi che richiederanno ciascuna diverse settimane: lo ha detto oggi a Fox News il segretario americano alla Sanità e i Servizi umani, Alex Azar. Pfizer ha reso noto oggi che i primi dati mostrano che il suo candidato vaccino è efficace al 90%, ma Azar ha precisato che la società dovrà comunque raccogliere fornire dettagli alla FDA per un processo di revisione indipendente prima dell’autorizzazione. 

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, si è detto favorevole oggi alla creazione di un “Istituto europeo per la formazione degli imam”, dopo aver reso omaggio alle vittime dell’attacco islamista perpetrato la scorsa settimana a Vienna.

I servizi segreti turchi hanno “neutralizzato” in un’operazione condotta all’estero Mesut Taskin, la presunta mente di un attacco kamikaze con un camion bomba contro una stazione di polizia che nell’agosto 2016 provoco’ la morte di 12 poliziotti e il ferimento di altre 75 persone tra agenti e civili a Cizre, nel sud-est del Paese.

Chi ci governa abbia la determinazione di prendere decisioni coraggiose. Lo ha chiesto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, intervenendo al webinar “Capitale Italia: la cultura imprenditoriale per la rinascita del Paese”, nell’ambito della 19esima settimana nazionale della cultura d’impresa organizzata da Confindustria.

Si è aperta oggi a Tunisi l’ultima possibilità per porre fine al caos in Libia in corso da ormai un decennio. La Missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) ha dato il via al Foro di dialogo politico, la conferenza che dovrebbe auspicabilmente portare alla riconciliazione nazionale dopo 18 mesi di guerra e molti anni di crisi. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password