I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

9 Maggio 2021 – Attentato suicida a Mogadiscio contro stazione della polizia. Il re di Giordania attacca Israele per le violazioni israeliane. I Talebani concedono tre giorni di tregua. Sadiq Khan riconfermato sindaco a Londra

Almeno sei persone sono state uccise e sei sono rimaste ferite in un attentato suicida contro una stazione di polizia nella capitale somala Mogadiscio. Lo riferisce la polizia. Nell’attacco esplosivo contro il commissariato di Waberi, a sud della citta’, sulla trafficata strada Maka Al-Mukarama, sono periti quattro civili e due agenti di polizia, ha dichiarato all’agenzia France Presse il portavoce della polizia somala, Sadik Dudishe, portavoce della polizia somala. 

Il re di Giordania Abdullah ha condannato le violazioni israeliane e l’escalation contro la moschea di Al Aqsa/ Al Haram Al Sharif, sottolineando la necessità di “porre fine a queste pericolose provocazioni contro i gerosolimitani, che violano il diritto internazionale e i diritti umani”. 

I talebani hanno annunciato un cessate il fuoco di tre giorni in Afghanistan a partire da lunedi’ in coincidenza con l’Eid, che segna la conclusione del Ramadan.

Terza notte di scontri tra la polizia israeliana e i palestinesi a Gerusalemme Est, nei pressi della spianata delle moschee, dove migliaia di fedeli sono raccolti per celebrare gli ultimi giorni del Ramadan. 

In un ‘Super giovedì’ elettorale macchiato di sconfitte per i laburisti, Londra fa eccezione con la riconferma di Sadiq Khan. Primo sindaco musulmano di una capitale europea quando fu eletto per la prima volta nel 2016, Khan, di origini pakistane, si è affermato sul conservatore Shaun Bailey, seppur con il ricorso alle seconde preferenze. 

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha conferito oggi un’alta onorificenza allo scrittore austriaco Peter Handke, Premio Nobel per la letteratura nel 2019, per i suoi particolari meriti nel rappresentare la Serbia e i suoi cittadini in campo culturale, e per la sua personale perseveranza nella responsabilità senza compromessi difronte alla verita’.

Quello di un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia dal Regno Unito è un problema di “quando” non di “se”. E’ quanto ha detto la premier scozzese, Nicola Sturgeon, nella sua conversazione telefonica di oggi con il primo ministro britannico, Boris Johnson, secondo quanto riferito da un portavoce. 

I funerali della regina Shiyiwe Mantfombi Dlamini Zulu sono stati segnati da speculazioni in merito ad un suo possibile avvelenamento e alla falsificazione della firma del marito sul testamento, in un clima di accese rivalita’ per la successione al trono del regno Zulu.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password