I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

9 Agosto 2020 – Cinque parlamentari italiani hanno ricevuto il bonus per le Partite Iva, è caccia ai nomi. Biellorussia, Lukashenko si conferma Presidente. Libano, iniziano le dimissioni di ministri e parlamentari

Cinque deputati italiani avrebbero chiesto e ottenuto il bonus per le partita IVA, una delle misure varate dal governo per fronteggiare la crisi dovuta all’emergenza coronavirus, nonostante abbiano regolarmente ricevuto lo stipendio dal Parlamento. La segnalazione arriva direttamente dall’INPS. Ma in realtà sarebbero ben 2mila i politici che avrebbero avuto accesso alla misura se si comprendono anche assessori e consiglieri regionali oltre che sindaci. Ora è caccia ai nomi.

Il presidente della Bielorussia, Alexandr Lukashenko, é stato rieletto con l’80% dei voti secondo gli exit poll. Proteste a Minsk da parte di qualche centinaio di giovani contestatori.

Il ministro dell’Informazione libanese, Manal Abdel-Samad, ha annunciato le dimissioni, “nel rispetto dei martiri” e “in risposta alla volontà pubblica di cambiamento”. Hanno fatto lo stesso mezza dozzina di deputati, mentre i media prevedono che altri ministri la seguiranno. Intanto E’ scoppiato un incendio nel centro di Beirut, vicino al Parlamento, dove per il secondo giorno consecutivo sono in corso scontri tra manifestanti e forze di sicurezza libanesi. Lo riportano i media locali.

Il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha difeso gli ordini esecutivi firmati dal presidente Donald Trump sul coronavirus, facendo notare che i Democratici saranno ritenuti responsabili dei ritardi nell’assistenza agli americani se decideranno di prendere iniziative in tribunale per bloccare quegli ordini.

Unito, Australia, Nuova Zelanda e Canada, cinque Paesi che formano l’alleanza nota come ‘Five eyes’, ‘i Cinque Occhi’, hanno esortato il governo di Hong Kong a indire “il piu’ rapidamente possibile” nuove elezioni. In una dichiarazione congiunta esprimono la loro “seria preoccupazione” dopo il rinvio di un anno delle elezioni da parte del Consiglio Legislativo (LegCo), il Parlamento del territorio semiautonomo, previste per il 6 settembre. 

I sei cittadini francesi uccisi insieme alla loro guida e all’autista in un attacco armato nella Riserva Kouré Giraffe, nel Niger sud-occidentale, appartenevano alla Ong Acted. Il gruppo non stava svolgendo attività di volontariato ma era impegnato in un’escursione in un’area compresa tra tra quelle fortemente sconsigliate per i viaggi dal Ministero degli Esteri francese. 

Le ultime mobilitazioni navali nel Mediterraneo orientale sono estremamente preoccupanti: lo ha dichiarato l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione europea, Jospeh Borrell, commentando le operazioni navali nell’Egeo da parte di Ankara. “Non contribuiranno a trovare alcuna soluzione”, ha osservato Borrell indicando che le azioni turche “al contrario porteranno ad un maggiore antagonismo e mancanza di fiducia” tra i paesi della regione. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password