I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

8 Settembre 2020 – Scandalo Primarie Dem Usa, in Georgia 1000 elettori hanno votato due volte grazie al voto postale. Venezuela, opposizioni contro Maduro. Mosca contro Berlino: “Mostrino le carte su Navalny”

Almeno mille persone hanno votato due volte in Georgia alle primarie Democratiche che si sono svolte il 9 giugno. La denuncia arriva dal segretario di stato locale, Brad Raffensperger, nel corso di una conferenza stampa convocata per denunciare il caso. In questo Stato, il doppio voto negli Usa è un reato punibile fino a dieci anni di prigione e con multe che possono arrivare a 100 mila dollari. La maggior parte delle persone ha votato per posta e poi si è recata anche al seggio. La truffa elettorale non avrebbe cambiato il risultato, ma è evidente che rafforzare i dubbi sui possibili brogi in vista delle presidenziali di novembre già denunciati da Donald Trump

L’ex candidato presidenziale venezuelano Javier Bertucci ha presentato oggi in conferenza stampa la piattaforma Alianza Democratica, composta da cinque partiti di opposizione che correranno uniti alle elezioni parlamentari in programma il 6 dicembre. L’alleanza é formata dai partiti Accion Democratica, Copei, El Cambio, Cambiemos e Avanzada Progresista. “E’ meglio lottare con i voti e non con l’astensione“, ha detto Bertucci. “Questa alleanza non è stata creata solo per le parlamentari, ma vuole anche dare al paese opzioni per uscire da questo terribile conflitto”. Questa scelta si pone in opposizione a Guaidò che chiedeva ai partiti di opposizione di non presentarsi alle elezioni.

Si accendono i toni dello scontro sul caso Navalny tra Russia e Germania. Il leader dell’opposizione russa, uscito dal coma farmacologico ieri, divide Mosca e Berlino. Dal Cremlino Maria Zakharova chiede spiegazioni: “Stiamo aspettando l’ambasciatore tedesco. È ora di mostrare le carte. Berlino stia bluffando“. Il riferimento è alle affermazioni di specialisti tedeschi secondo i quali esiste “una prova inequivocabile che Navalny sia stato avvelenato con un agente nervino Novichok“.

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni nei confronti dell’ex ministro delle Finanze libanese Ali Hassan Khalil e dell’ex ministro dei Trasporti Yousef Fenyanous per corruzione e per aver ”favorito l’agenda di Hezbollah”. Lo ha annunciato il Dipartimento del Tesoro Usa.

L’ex presidente della Repubblica dell’Ecuador, Rafael Correa, si scaglia contro la decisione dei giudici della Corte di Cassazione che hanno confermato in terzo grado la condanna per corruzione a suo carico, facendo scattare l’interdizione dai pubblici uffici a vita. Per l’ex presidente è evidente il tentativo trattato di escluderlo dalla corsa elettorale per le prossime presidenziali in programma per il prossimo febbraio.

E’ stato prolungato il fermo di polizia del 27enne accusato d’aver accoltellato passanti alla cieca la notte fra sabato e domenica per le strade del centro di Birmingham, nelle Midlands inglesi, ferendo a morte un giovane e causando ferite di varia gravita’ ad altre 7 persone.

Il governo francese ha presentato il suo progetto da 7 miliardi di euro per sviluppare nei prossimi dieci anni la filiera industriale di produzione dell’idrogeno decarbonizzato, che si inserisce all’interno del piano di rilancio economico da 100 miliardi di euro.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password