I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

8 Agosto 2020 – Beirut, elezioni anticipate. Intanto liberato il ministero degli Esteri occupato da manifestanti. Trump estende misure anti-Covid. Elezioni Biellorussia, alta tensione. In GB protestano operatori sanitari

L’esercito libanese ha sgomberato in serata la sede del ministero degli Esteri a Beirut da un gruppo di manifestanti che lo aveva occupato, hanno riferito corrispondenti dell’Afp. Intanto sarebbe stata fatta irruzione anche nel ministero dell’Energia nel centro di Beirut secondo l’emittente Lbc. Un poliziotto libanese è stato ucciso oggi in scontri con i manifestanti nel centro di Beirut, oltre 300 i feriti tra i partecipanti dei cortei. Il primo ministro libanese Hassan Diab, che ha puntato il dito contro la ”corruzione” identificata come ”causa dell’esplosione” che martedì ha colpito il porto di Beirut causando la morte di almeno 158 persone, e ha annunciato che domanderà al Consiglio dei Ministri che si terrà il prossimo lunedì di indire elezioni anticipate.

Al via le misure del presidente Usa Donald Trump contenute in quattro ordini esecutivi destinati per fronteggiare le conseguenze economiche della pandemia di coronavirus. Il presidente ha annunciato che saranno estesi i sussidi di disoccupazione federali per 400 dollari a settimana (un taglio di 200 dollari dall’attuale importo), rinvieranno l’imposta sui salari fino alla fine del 2020, si rinvieranno e perdoneranno gli interessi sui prestiti agli studenti e si prorogherà la moratoria sugli sfratti, si rinvieranno i pagamenti dei prestiti agli studenti e si estenderà anche la moratoria federale sugli sfratti.

Alla vigilia delle elezioni presidenziali, le forze di sicurezza bielorusse hanno arrestato Maria Moroz, capo della campagna elettorale di Svetlana Tikhanovskaya, sfidante di Alexander Lukashenko, al potere dal 1994. La Procura generale bielorussa ha suggerito poi al ministero dell’Informazione del Paese di prendere in considerazione la possibilita’ di bloccare il sito web della piattaforma Golos per il conteggio alternativo dei voti nelle elezioni presidenziali.

Proseguono le proteste contro il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. E’ il settimo sabato consecutivo che manifestanti protestano per la cattiva gestione della epidemia di coronavirus. Secondo il Jerusalem Post sarebbero state 8mila le persone a scendere in piazza. Nel frattempo centinaia di migliaia di alunni di Gaza sono tornati a scuola oggi dopo una pausa di cinque mesi a causa della pandemia di un nuovo coronavirus che non ha risparmiato la sovrappopolata enclave palestinese.

La statunitense Qualcomm, leader mondiale nella produzione di microchip con sede a San Diego, sta facendo pressioni sull’amministrazione del presidente Donald Trump perche’ revochi le sanzioni annunciate lo scorso maggio nei confronti dei fornitori del gigante cinese delle telecomunicazioni Huawei. Lo scrive oggi il “Wall Street Journal“.

Centinaia di operatori sanitari hanno manifestato nel Regno Unito, chiedendo che il governo riconosca il loro duro lavoro nel corso della pandemia del coronavirus con un aumento di paga.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password