I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

7 Gennaio 2021 – Trump condanna l’assalto a Capitol Hill, dimissioni per il responsabile della sicurezza alla Camera. Elon Mark è il nuovo uomo più ricco nel mondo. Attentati in Ciad e Camerun, decine di morti

Donald Trump e il suo governo condannano le violenze avvenute al Congresso “nella maniera più ferma possibile“: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Kayleigh McEnany, definendo l’assalto a Capitol Hill “riprovevole e contrario ai valori americani“. Gli investigatori federali stanno indagando su tutte le persone coinvolte nei disordini al Campidoglio degli Stati Uniti, a Washington, compreso anche il ruolo che il presidente uscente ha avuto nell’incitare la folla. Intanto arrivano le prime incriminazioni per i disordini di ieri. Due uomini sono stati accusati per le azioni durante l’occupazione dell’edificio, riposta la Cnn. Intanto Paul Irving, responsabile della sicurezza della Camera dei Rappresentanti Usa, si è dimesso in seguito all’assalto dei manifestanti pro Trump alla sede del Congresso. Il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden ha denunciato i rivoltosi pro-Trump sottolineando che “non si è trattato di dissenso“, “non si è trattato di disordini. Non è stata una protesta“, quindi “non chiamateli manifestanti, erano facinorosi, insurrezionisti, terroristi interni“. E’ “inaccettabile” il diverso trattamento fra i manifestanti di Black Lives Matter e i sostenitori di Donald Trump ha concluso il presidente degli Stati Uniti Biden. Ripercussioni per il presidente uscente anche sul fronte social: niente più Facebook né Instagram per Trump almeno fino a fine mandato. E Twitter lo ha bloccato temporaneamente, con la possibilità di intraprendere ulteriori azioni alla luce degli sviluppi.

Elon Musk, fondatore di Tesla, è appena diventato la persona più ricca del mondo, con un patrimonio netto di oltre 185 miliardi di dollari.

E’ di cinque morti, tra cui una vittima civile e quattro soldati delle Forze nazionali di difesa e di sicurezza, il bilancio dell’imboscata tesa in Camerun nella notte tra il 5 e il 6 gennaio nei pressi di Mbengwi, dipartimento della Momo, nella regione del nordovest. 

Sono 60 le vittime e oltre 30 i feriti degli scontri tra comunità nel Ciad. Le violenze hanno causato gravi danni ai campi e alle colture, portando a un maggiore fabbisogno alimentare per le popolazioni colpite. Lo riferisce l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (Ocha).

Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha assicurato che tutta la popolazione sopra i 16 anni sarà vaccinata “entro fine marzo, o forse anche prima” grazie all’accordo stretto con la Pfizer per il siero anti-Covid.

 I servizi di sicurezza tunisini hanno arrestato un terrorista tra i leader del gruppo terroristico al Qaeda. Lo ha annunciato il ministero degli Interni del Paese.

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, ha dichiarato che quanto avvenuto ieri negli Stati Uniti, dove un nutrito gruppo di sostenitori del presidente Donald Trump ha dato l’assalto al Campidoglio, potrebbe accadere anche in Brasile nel 2022, quando si terranno le prossime elezioni presidenziali. “La causa dell’intera crisi negli Stati Uniti è stata la mancanza di fiducia nel voto“, ha detto Bolsonaro parlando ai giornalisti all’uscita del palazzo presidenziale.

In dieci dipartimenti nell’est della Francia il coprifuoco imposto a causa della crisi del coronavirus potrebbe essere anticipato di due ore, alle 18:00, come già successo in altre zone. Lo ha annunciato il primo ministro francese, Jean Castex.

Sono cinque gli accordi bilaterali firmati tra Albania e Turchia nel corso della visita ad Ankara del premier albanese Edi Rama su invito del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Secondo quanto riferisce la stampa di Tirana, si tratta di un accordo per l’istituzione di un Consiglio di alto livello sulla cooperazione strategica firmato dai governi dei due Paesi. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password