I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

7 Dicembre 2020 – Ucciso giornalista cristiano in Pakistan. Italia, Governo allontana spettro patrimoniale. OMS dice “no alla vaccinazione obbligatoria”. Piano cashback inciampa al via, impossibile iscriversi

Un giornalista, appartenente alla minoranza cristiana pachistana, Qais Javed Masih, è stato ucciso in un agguato da uomini armati nella città di Dera Ismail, nel nordovest del Pakistan. Secondo la polizia, due motociclisti non identificati hanno bussato alla porta di Qais Javed e, quando il reporter ha aperto la porta, hanno aperto il fuoco, dandosi poi alla fuga. 

La patrimoniale non è né nel programma del governo né in quello della forza a cui appartengo, il Pd“. Lo ha adetto il viceministro all’Economia, Antonio Misiani, ospite a “Stasera Italia“, su Retequattro. 

L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha affermato oggi che la vaccinazione contro il Covid-19 non dovrebbe essere resa obbligatoria, se non in circostanze professionali specifiche. 

Piano cashback ai blocchi di partenza con un primo inciampo al via: nel primo giorno in cui e’ possibile iscriversi sulla app Io sono 5 milioni gli utenti che cercano di attivare il nuovo programma ma il servizio si inceppa proprio quando si arriva a registrare i metodi di pagamento elettronici per ‘vincere’ i primi 150 euro di rimborso di Stato sulle spese di Natale.

Gli Stati Uniti hanno designato undici paesi come responsabili di “sistematiche, continue e vistose” violazioni della libertà religiosa. Lo comunica il segretario di Stato, Mike Pompeo, in una nota. I paesi sono la Birmania, la Cina, l’Eritrea, l’Iran, la Nigeria, la Corea del Nord, il Pakistan, l’Arabia Saudita, il Tagikistan e il Turkmenistan. Gli Stati Uniti stanno inoltre designando le organizzazioni di al-Shabaab, al-Qaeda, Boko Haram, Hayat Tahrir al-Sham, Houthis, l’Isis e i Talebani come “entità di particolare preoccupazione“. Peccato che però l’amministrazione Trump starebbe per approvare proprio questo mese uno scambio di terreni che trasferirebbe un sito sacro dei nativi americani in Arizona gli Apache di San Carlos a una società mineraria che cerca di costruire una miniera di rame, riferisce il sito “Politico”.

Il presidente Donald Trump dovrebbe firmare un ordine esecutivo domani che garantirà a tutti gli americani l’accesso al vaccino contro il coronavirus prima che il governo Usi inizi ad aiutare le altre nazioni del mondo.

Sorda alle pressioni internazionali, la magistratura egiziana ha deciso di lasciare ancora Patrick Zaki in cella: altri 45 giorni di inspiegata custodia cautelare per il giovane egiziano, studente all’Universita’ di Bologna, gia’ recluso da esattamente dieci mesi per una serie di post su Facebook giudicati eversivi, che lui nega di aver mai scritto.

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, la proprietà della pizzeria Falcone Borsellino di Francoforte, in una lettera, afferma “di non aver mai voluto minimizzare il crimine organizzato” e “urtare la sensibilità” delle famiglie dei due procuratori. 

Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha conquistato il Parlamento, l’ultima istituzione che non era sotto il controllo del partito chavista, ma l’opposizione e l’Ue e le principali potenze occidentali respingono i risultati delle elezioni legislative, considerate un “voto frode“. Dopo le votazioni di ieri in Venezuela, caratterizzate da un’astensione record del 69% dei 20 milioni di aventi diritto, è destinata ad inasprirsi la crisi politica, economica e sociale tra il potere di Caracas, l’oppositore esiliato negli Stati Uniti, Juan Guaido, e i Paesi che da anni non riconoscono il potere di Maduro. 

Le unità del Servizio antiterrorismo dell’Iraq (Cts) hanno arrestato oggi, nel corso di un’operazione speciale nel governatorato occidentale dell’Anbar, un comandante dello Stato islamico (Is).

La compagnia emiratina Nawah Energy Company, affiliata alla Compagnia emiratina per l’energia nucleare (Enec), ha portato al 100 per cento in fase di test la capacità nominale del reattore dell’unità 1 della centrale nucleare di Barakah. Il risultato avvicina la centrale all’inizio dell’operatività commerciale, prevista per i primi mesi del 2021. Raggiungere il 100 per cento della capacita’ significa, per l’unità 1, generare 1.400 megawatt di elettricità da un singolo generatore connesso alla rete degli Emirati, il che la rende di fatto la maggiore fonte energetica singola del paese. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password