I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

6 Giugno 2021 – Nigeria, morto suicida il capo jihadista di Boka Haram. Libia, attentato a Sebha. Grande affermazione per la Cda in Sassonia. Libano da più di dieci mesi senza governo

L’Iswap, il braccio dell’Isis nell’Africa occidentale, ha confermato la morte di Abubakar Shekau, capo dell’organizzazione jihadista nigeriana Boko Haram. Shekau si sarebbe suicidato lo scorso 19 maggio facendosi saltare in aria con una cintura esplosiva per non essere catturato da membri dell’Iswap che lo braccavano da giorni nella foresta. Intanto undici persone sono state uccise in un attacco a Igangan, nello stato di Oyo, nel sud-ovest della Nigeria. Lo ha reso noto la polizia.

Due agenti delle forze dell’ordine libiche sono stati uccisi e altri cinque sono rimasti feriti nell’esplosione di un’autobomba a un posto di blocco nella città di Sebha, nel Sud del Paese. Capitale del Fezzan, la provincia meridionale della Libia, Sebha è controllata dall’autoproclamato Esercito Nazionale Libico del maresciallo Khalifa Haftar.

L’Unione cristiano democratica (Cdu) di Angela Merkel ha battuto l’estrema destra nelle elezioni regionali nel Land Sassonia-Hanhalt, considerate l’ultimo grande banco di prova per i partiti politici tedeschi prima del voto nazionale a settembre che porrà fine ai 16 anni di governo della cancelliera. Secondo gli exit poll la Cdu, il cui attuale leader, Armin Laschet, si contenderà la carica al vertice a settembre, ha migliorato la sua performance del 2017 ottenendo il 36% dei voti nello Stato orientale – un risultato che il premier dello Stato, Reiner Haseloff, ha descritto come “una chiara demarcazione contro l’estrema destra“.

È morto David Dushman, l’ultimo soldato sovietico sopravvissuto, coinvolto nella liberazione del campo di sterminio nazista di Auschwitz. Aveva 98 anni. La comunità ebraica di Monaco e dell’Alta Baviera hanno riferito che Dushman è morto sabato in un ospedale di Monaco.

Il blocco della formazione di un esecutivo nel pieno delle sue funzioni in Libano, in corso ormai da più di dieci mesi, potrebbe essere legato a “una volontà di non tenere” le elezioni legislative e presidenziali previste per il 2022 e di “far collassare il Paese“. Lo ha detto il patriarca maronita libanese, cardinale Bechara Rai, durante la sua omelia domenicale.

Un appello a Benyamin Netanyahu a farsi da parte in maniera ordinata e “a non lasciarsi dietro terra bruciata” è stato lanciato dal leader di Yamina Naftali Bennett in un intervento televisivo, pochi giorni prima che in parlamento sia votata la fiducia al suo governo di unita’ nazionale col centrista Yair Lapid.

L’oppositore ed ex deputato russo Dmitri Gudkov ha annunciato di aver lasciato la Russia per l’Ucraina, a causa delle pressioni delle autorità in vista delle elezioni parlamentari di settembre. 

Un nome che tocca le corde della memoria e dell’emozione, e che suona come un doppio tributo, ma destinato anche a rubare di nuovo la scena – da lontano – in casa Windsor. E’ nata Lilibet ‘Lili’ Diana, prima figlia femmina e secondogenita del principe Harry e della consorte Meghan Markle, i duchi ribelli auto-esiliatisi negli Usa dopo lo strappo dalla famiglia reale britannica.

Ha stravinto quest’anno elezioni legislative e ha una maggioranza assoluta in Parlamento. Tutto e’ permesso quindi al presidente di El Salvador, Nayib Bukele, che ha annunciato a sorpresa di voler trasformare presto il suo Paese nel primo al mondo che legalizzera’ i bitcoin. 

E’ stato inaugurato oggi nel comune francese di Ver-sur-Mer il memoriale per commemorare i militari britannici caduti durante lo sbarco e la battaglia in Normandia nella seconda guerra mondiale, di cui ricorre oggi il 77mo anniversario. Nel corso della cerimonia è stato proiettato un messaggio video del principe Carlo. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password