I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

5 Dicembre 2020 – Cina, accelerazione sull’accordo di libero scambio tra i Paesi dell’Asia-Pacifico. Terminate esercitazioni Marine di Egitto, Cipro e Grecia. Via della Seta, per l’Italia segnato a settembre export a +33%

Il Consiglio di Stato, l’organo esecutivo cinese, ha preso accordi per accelerare l’attuazione del Partenariato economico globale regionale (Rcep), l’accordo di libero scambio firmato il mese scorso con alcuni tra i più importanti Paesi dell’Asia-Pacifico. E’ quanto emerso dalla dichiarazione rilasciata oggi dopo una riunione esecutiva del Consiglio di Stato presieduta dal premier Li Keqiang.

Le Marine militari di Egitto, Cipro e Grecia hanno concluso le esercitazioni navali annuali “Medusa10” condotte in acque territoriali egiziani a cui hanno partecipare come osservatori anche Emirati Arabi Uniti e Francia. Lo ha annunciato in una nota il portavoce delle Forze armate egiziane, il generale Tamer el Rifae.

La Via della seta è stata un’intesa commerciale e nel 2020, anno “orribile” del commercio internazionale, l’Italia ha registrato a settembre un +33% nel proprio export con la Cina rispetto al periodo precedente. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

haLa Cgia di Mestre in uno studio denuncia come lo sforzo del Governo compiuto per artigiani e commercianti, pari ad uno stanziamento di 35miliardi di euro, non riuscirà a ristorare i minori incassi degli stessi. “Da alcune nostre stime – si spiega in una nota – emerge che i contributi a fondo perduto concessi agli artigiani, ai piccoli commercianti, ai ristoratori e agli esercenti colpiti dal Covid hanno coperto mediamente il 25 per cento circa delle perdite di fatturato subite quest’anno. A seguito delle difficoltà di questi mesi, non è pertanto da escludere che almeno 350 mila piccole e micro aziende di questi settori chiuderanno definitivamente la saracinesca entro la fine di questo mese, lasciando senza lavoro almeno 1 milione di addetti“.

Il depistaggio scattato per evitare che la Polizia Postale acquisisse informazioni in merito al sabotaggio messo in atto dai due indagati ai danni della Leonardo spa emerge in maniera chiara quando è sparita anche la copia forense del cosiddetto “paziente zero” e cioè il primo computer in cui è stato inoculato il trojan grazie al quale è stato possibile trafugare i dati aziendali. Per mascherare il suo trojan, Arturo D’Elia, l’hacker che lavorava per Leonardo spa arrestato oggi con l’accusa di avere trafugato una importante quantità di dati sensibili, ha chiamato il suo software quasi con lo stesso nome di un altro programma presente nel sistema operativo Windows.

Secondo l’agenzia giapponese Kyodo almeno 607 attori economici e istituzionali giapponesi, incluse grandi aziende e agenzie governative, sono state colpite da attacchi e intrusioni informatiche da parte di hacker che hanno sfruttato le vulnerabilità create dalle tecnologie per il telelavoro.

Oltre 1200 dipendenti di Google e piu’ di 1500 ricercatori accademici hanno firmato una lettera aperta di protesta dopo che Timnit Gebru, una delle scienziate afroamericane piu’ note e rispettate nel campo dell’etica dell’intelligenza artificiale (AI), ha denunciato su Twitter di essere stata licenziata dalla società di Mountain View per aver espresso critiche ai suoi sforzi sulla diversità ed evidenziato i pregiudizi dei sistemi di intelligenza artificiale.

E’ forte la preoccupazione per la tenuta del nostro sistema portuale, considerando la sua evidente strategicità nazionale oltre al conseguente stravolgimento della legge 84/94 che ne regola il contesto“. Così Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti sulla conferma della posizione della Commissione europea che considera incompatibili le esenzioni fiscali concesse ai porti italiani con le norme sugli aiuti di stato dell’Unione Europea. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password