I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

30 Settembre 2020 – Catalogna, riconfermata la fiducia a Qui Torra. Azerbaigian ha ceduto il comando delle operazioni aeree alla Turchia, la Russia invita alla moderazione Ankara. Madrid contro nuovo lockdown

Il Parlamento catalano ha approvato una risoluzione nella quale conferma la sua fiducia nel presidente della Generalitat, Quim Torra, e non riconosce come legittima la sentenza della Corte Suprema che ha confermato la sua interdizione per un anno e mezzo dai pubblici uffici. Torra, che ricorrerà alla Corte Costituzionale contro il verdetto, è stato riconosciuto colpevole di aver violato il principio di neutralità per aver affisso in periodo elettorale nastri gialli in solidarietà agli indipendentisti detenuti dopo la fallita dichiarazione di indipendenza del 2017, che portò al commissariamento della regione.

La Russia è tornata a chiedere “moderazione” alle truppe di Armenia e Azerbaigian, che da giorni si stanno scontrando nel territorio conteso del Nagorno-Karabakh, e ha invitato la Turchia a non alimentare il conflitto. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha commentato le promesse di sostegno militare all’Azerbaigian avanzate da Ankara affermando di “non condividere queste affermazioni, non bisognerebbe gettare benzina sul fuoco“.

L’Azerbaigian intanto ha ceduto alla Turchia il comando delle operazioni aeree contro le forze armene nel territorio conteso del Nagorno-Karabakh. Lo ha riferite un portavoce del ministero della Difesa di Erevan. “F-16 dell’aviazione turca, decollati da Kurdamir alle 10 di oggi, Sukhoi Su-25 dell’aviazione azera e droni turchi Bayraktar hanno condotto attacchi aerei sulle citta’ di Hadrut e Martuni da un’altitudine elevata“, ha dichiarato il portavoce.

La compagnia petrolifera statale peruviana Petroperu ha denunciato che circa 150 persone di una comunità indigena anno occupato una stazione di distribuzione dell’Oleodotto nordperuviano (Onp) rivendicando dal governo miglioramenti nell’assistenza sanitaria e nella qualità della vita. 

Madrid non intende applicare il nuovo lockdown parziale imposto dal governo. Lo ha dichiarato al quotidiano conservatore Abc l’assessore alla Sanità della regione, Enrique Ruiz Escudero, secondo il quale il governo “ha fretta di intervenire a Madrid, e non per lottare contro il coronavirus“.

Il presidente algerino Abdelmadjid Tebboune, ha ricevuto una chiamata dal presidente del governo libico (Gna) Faiz Al-Sarraj, che gli ha chiesto un aiuto urgente per la riparazione del centro elettronico di Tripoli. 

La Germania sta per approvare una nuova legge sulle telecomunicazioni che, pur non arrivando a bandirla, finirebbe per escludere Huawei dalla realizzazione della rete 5G del Paese. Lo riferisce a Reuters una fonte del governo di Berlino, secondo cui la norma incaricherà l’Autorità sulla sicurezza informatica e i servizi segreti di valutare l’affidabilità dell’azienda, le cui tecnologie verranno sottoposte a un esame piu’ esteso che arriverà a includere la rete di accesso radio, utilizzata per alimentare i servizi 5G. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password