I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

3 Gennaio 2021 – Telefonata Trump-Raffensperger mette in imbarazzo il GOP. Siria, nuovo attentato jihadista. Attesa per l’ok a Stellantis, quarto polo automobilistico globale. Da Pfizer-BioNTech 50milioni di vaccini per l’Africa

Molto peggio del Watergate“: così sulla Cnn l’ex giornalista del Washington Post Carl Bernstein ha giudicato la lunga telefonata di Donald Trump al segretario di stato della Georgia, il repubblicano Brad Raffensperger, di cui i suoi epigoni al quotidiano della capitale hanno pubblicato la registrazione integrale. Nella telefonata di un’ora Trump sollecita Raffensperger a “trovare” abbastanza voti, almeno 11.779, per ribaltare la vittoria di Joe Biden in Georgia.

Sono almeno nove le persone rimaste uccise nell’attacco jihadista avvenuto stasera contro un bus che percorreva l’autostrada che collega Raqqa alla capitale siriana, Damasco. A riportarlo il quotidiano Al Watan. Intanto due jihadisti e un militare algerino sono stati uccisi domenica pomeriggio durante un’operazione antiterrorismo in corso nella regione di Tipaza, a ovest di Algeri. Lo riferisce il ministero della Difesa algerino. 

Sono in programma per domani le assemblee straordinarie di Fca e Psa, per deliberare sulla fusione che dara’ vita a Stellantis: con circa 180 miliardi di dollari di fatturato e vendite previste per 8,7 milioni di veicoli, la realtà che si verrebbe a creare con l’aggregazione dei rispettivi business rappresenterebbe il quarto produttore automobilistico globale. 

Le compagnie farmaceutiche Pfizer e BioNTech si sono offerte di fornire ai Paesi dell’Africa 50 milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19 da destinare agli operatori sanitari, consegnandole in un periodo compreso fra il prossimo mese di marzo e la fine dell’anno. Lo ha dichiarato oggi la presidenza del Sudafrica all’agenzia di stampa economica “Bloomberg“.

Etiopia, Egitto e Sudan hanno ripreso le trattative, sotto l’egida dell’Unione Africana, sulla colossale diga costruita da Addis Abeba sul Nilo, che il Cairo teme possa ridurre le risorse idriche a loro disposizione. I precedenti tavoli a tre non erano riusciti a trovare un’intesa sul riempimento e l’ammontare della riserva della struttura alta 145 metri, un ambizioso progetto idroelettrico, avviato nel 2011.

L’Isis ha rivendicato la responsabilita’ dell’uccisione di 11 minatori nella provincia del Belucistan. Lo riporta la Bbc. Le vittime erano state rapite dai terroristi e poi uccise nei pressi della miniera, vicino alla citta’ di Mach, nei pressi del confine con l’Afghanistan. I minatori appartenevano alla minoranza sciita Hazara, spesso bersaglio degli estremisti sunniti.

Il governo federale tedesco ha approvato esportazioni di armi per oltre un miliardo di euro nel 2020 verso diversi Paesi coinvolti nei conflitti in Yemen e Libia. E’ quanto si legge in una risposta ufficiale del ministero dell’Economia al rappresentante dei Verdi al Bundestag, Omid Nouripour, ricevuta dall’agenzia di stampa tedesca “Dpa”. 

Il partito sciita libanese Hezbollah è uno dei movimenti di resistenza “più indipendenti” della Storia, e il sostegno che l’Iran offre al Libano “non e’ condizionale”. Lo ha detto oggi il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, in un discorso televisivo pronunciato in occasione dell’anniversario dell’assassinio del generale Qassem Soleimani, comandante della Forza Quds dei Guardiani della rivoluzione islamica iraniani, e di Abu Mahdi al Muhandis, vice comandante delle Unita’ di mobilitazione popolare (Pmu) sciite irachene, uccisi esattamente un anno fa in un raid statunitense all’aeroporto internazionale di Baghdad, in Iraq. I libanesi non hanno bisogno di nessun “partner” per difendere la loro indipendenza, sovranità e libertà. Lo ha scritto sul suo profilo Twitter personale il presidente del Libano, Michel Aoun.

Un caso di variante del coronavirus importato è stato rilevato nella provincia del Guangdong, nella Cina meridionale, ha dichiarato oggi il Centro provinciale per il controllo e la prevenzione delle malattie. L’individuo è un cittadino cinese di 18 anni arrivato il 4 dicembre dal Regno Unito, dove studia.

Said Bouteflika, fratello e consigliere dell’ex presidente dell’Algeria, Abdelaziz Bouteflika, ha rivelato ieri, durante un’udienza del processo in cui è coimputato con l’accusa di complotto contro l’esercito e lo Stato, che il fratello “è agli arresti domiciliari“. Secondo il quotidiano algerino “El Khabar“, Said Bouteflika ha detto al giudice militare di essere stato condannato a torto, e condannato per fatti che non ha commesso, mentre sia lui sia il fratello hanno fatto “tutto per il bene dell’Algeria“. 

I referendum “non hanno una forza particolarmente unificante nell’umore nazionale, dovrebbero tenersi solo una volta per generazione“. Lo ha dichiarato il premier britannico Boris Johnson a Bbc, facendo riferimento alla spinta scozzese per l’indipendenza dopo la Brexit. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password