I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

28 Gennaio 2021 – Apple contro FB, incita l’odio. Egitto recupera 5mila artefatti dagli Usa. Erdogan, sfida anche lo spazio

Tim Cook, amministratore delegato di Apple, ha attaccato violentemente i social network e in particolare Facebook, il cui algoritmo sarebbe responsabile di fomentare teorie cospirazioniste e favorire l’aggregazione di organizzazioni estremiste. Nel corso di una conferenza virtuale, il Ceo di Apple si è chiesto “quali sono le conseguenze non solo di tollerare ma anche di guadagnare da contenuti che minano la fiducia del pubblico nelle vaccinazioni salvavita?“.

L’Egitto ha recuperato 5.000 oggetti antichi, che si ritene siano stati sottratti in modo fraudolento per ricomparire negli Stati Uniti. Gli artefatti, principalmente manoscritti ma anche maschere funebri, parti di bare e teste di statue in pietra, erano fino a ieri esposti al Museo della Bibbia di Washington e ci sono voluti anni di trattative per ottenerne la restituzione.

Almeno 24 raid aerei sono stati compiuti dall’aviazione russa nell’est della Siria contro presunte posizioni occupate dall’Isis. Lo sostiene l’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione con base nel Regno Unito che monitora il conflitto siriano. I raid avrebbero interessato in particolare la zona desertica di al-Shawla, a sud di Deir ez-Zour.

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, e l’amministratore delegato di Tesla e fondatore di SpaceX, Elon Musk, hanno discusso in una conversazione telefonica di possibile cooperazione in vari campi. Lo riferisce l’agenzia di stampa turca Anadolu citando fonti governative. Secondo la stessa fonte, le tecnologie spaziali sono state il principale argomento di discussione.

Almeno 50 persone sono state rapite da uomini armati nello Stato del Niger nell’ovest della Nigeria, secondo quanto riportato dai media locali. Uomini a bordo di motociclette hanno preso d’assalto la comunità di Shiroro.

 “Nei quattro anni di presenza di Donald Trump alla Casa Bianca a partire dal gennaio 2017, contro Cuba sono state attivate oltre 240 sanzioni unilaterali”. Lo scrive oggi l’agenzia di stampa cubana Prensa Latina, pubblicando con rilievo sul suo portale online le dichiarazioni di Jen Psaki, portavoce di Joe Biden, secondo la quale il presidente intende rivedere le politiche di Trump su Cuba. 

Una folla di manifestanti si è radunata fuori dalle case di alcuni dei più noti politici a Tripoli, dando fuoco ai rifiuti e sfondando le telecamere di sorveglianza. La città e’ giunta al quarto giorno di dure proteste e scontri con la polizia durante i quali è morto un ragazzo. La folla protesta contro le misure per contenere il Covid che stanno impoverendo ulteriormente un paese gia’ segnato dalla peggiore recessione dai tempi della guerra civile. 

I talebani non stanno rispettando gli impegni presi con gli Stati Uniti. Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, nel corso di una conferenza stampa. “I talebani non stanno rispettando i loro impegni – ha detto – e finché non rinunceranno al terrorismo e non porranno fine agli attacchi violenti contro l’esercito afgano sarà molto difficile raggiungere una conclusione positiva dei negoziati“. 

Tre persone arrestate a Varsavia, in Polonia, durante le proteste davanti alla Corte Costituzionale, protagonista della controversa sentenza che rende quasi totale il divieto di aborto nel Paese. Tra gli arrestati anche Klementyna Suchanow, una delle leader delle proteste.

Gli Stati Uniti sono “profondamente preoccupati” per la decisione della Corte suprema del Pakistan di assolvere chi e’ coinvolto nell’omicidio di Daniel Pearl, giornalista del “Wall Street Journal” decapitato in Pakistan nel 2002. E’ quanto si legge in una nota del dipartimento di Stato Usa.

Il vaccino sperimentale contro il Covid-19 sviluppato da Novavax ha avuto un’efficacia pari solo al 49% nei test clinici svolti in Sudafrica, dove si sta diffondendo una nuova preoccupante variante del coronavirus. I test nel Regno Unito, dove è presente un’altra contagiosa variante, hanno invece rivelato un’efficacia dell’89%. 

Le autorità degli Stati Uniti hanno condotto un ciclo di formazione virtuale con i partner dell’Estonia, con l’obiettivo di aiutare i responsabili delle politiche di sicurezza nazionale e i leader scientifici a rispondere e indagare su omicidi condotti tramite l’utilizzo di armi di distruzione di massa (Wmd). Lo riferisce il dipartimento di Stato, precisando che tale formazione fa parte di una serie di iniziative che il dicastero intende svolgere in tutta Europa.

Le forze di sicurezza irachene hanno ucciso il comandante delle milizie jihadiste dello Stato Islamico (Isis) in Iraq, Abu Yasser al-Issawi: lo ha reso noto il premier iracheno Mustafa al-Kazimi

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password