I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

27 Settembre 2020 – In un video la rivendicazione di Ali H. per il nuovo attentato a Parigi. Nyt contro Trump, avrebbe evaso il fisco. I presidi di NY sfiduciano De Blasio. Sri Lanka rispedisce rifiuti illegali alla GB.

Ali H., il giovane di origini pakistane arrestato per l’attacco all’arma bianca avvenuto venerdì a Parigi vicino all’ex redazione di Charlie Hebdo, aveva girato un video in cui rivendicava il gesto, che sarebbe scaturito dalla ripubblicazione delle vignette satiriche su Maometto.

Secondo il New York Times, a dire il vero da tempo schierato contro il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump non avrebbe pagato tasse federali sul reddito in 10 degli ultimi 15 anni. Il noto quotidiano vicino ai democratici avrebbe ottenuto alcuni dati delle dichiarazioni fiscali del presidente americano. In tanto gli Stati Uniti annunciano che si ritireranno dall’ambasciata a Baghdad e sono pronti a chiuderla, se le autorità irachene non riusciranno a mettere un freno agli attacchi contro obiettivi americani nel Paese. 

Lo Sri Lanka ha annunciato il rientro nel Regno Unito di 21 container di rifiuti illegali perchè contenenti materiali pericolosi. Invece di materassi, moquette e tappeti usati, nel 2017 sono arrivati nel Paese del sud-est asiatico rifiuti ospedalieri, plastica e politene.

I leader del sindacato dei presidi di New York hanno approvato all’unanimità una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Bill de Blasio cui hanno chiesto di cedere il controllo delle scuole della Grande Mela al dipartimento dell’Istruzione statale per il resto della crisi Covid-19.

Venti di guerra nella regione autonoma causasica del Nagorno Karabakh, contesa da Azerbaigian e Armenia: bombardamenti e scontri tra i separatisti sostenuti da Erevan e l’esercito di Baku hanno causato la morte di almeno 16 soldati separatisti, ma ci sarebbero vittime “anche civili”.

Le risorse del reddito di cittadinanza siano dirottate a favore delle piccole e medie imprese, impegnandole per nuovi investimenti e la creazione di nuovi posti di lavoro“. A chiederlo il presidente nazionale della Fapi (Federazione autonoma piccole imprese), Gino Sciotto.

Almeno 18 persone: 4 soldati, 10 agenti di polizia e 4 civili, sono state uccise in un’imboscata a un convoglio governativo a Borno, regione nel nord-est della Nigeria. L’attacco è stato rivendicato dal gruppo dello Stato Islamico (Isis) sostenendo che 30 persone sarebbero state uccise.

Con quasi il 62% di voti contrari, gli svizzeri hanno bocciato l’iniziativa della destra sovranista contro l’immigrazione che avrebbe condotto il Paese, benche’ non membro dell’Ue, ad una sorta di Brexit in salsa elvetica. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password