I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

26 Dicembre 2020 – Primo figlio per Snowden in Russia. Netanyahu sotto assedio dei manifestanti. Scambio di prigionieri tra Gna e Lna. Cina, nuovo treno ad alta velocità tra Yinchuan e Xi’an, ridotti tempi da 14 a 3 ore.

E’ nato il primo figlio dell’ex analista della US National Security Agency (Nsa) Edward Snowden e di sua moglie, Lindsay Mills. Mills, 35 anni, ha mostrato su Instagram la fotografia della coppia che tiene in braccio il piccolo, un maschietto, che indossa un cappello natalizio, un’immagine che non mostra il suo volto. “Il regalo più bello è l’amore che condividiamo“, ha scritto Snowden su Twitter con una foto di loro tre insieme. Snowden, 37 anni, da sette è in Russia e a novembre ha chiesto la cittadinanza insieme alla moglie.

L’Fbi sta perquisendo la casa di un sospettato, in un sobborgo di Nashville, negli Usa, e sta analizzando i resti scoperti dopo l’esplosione avvenuta a Nashville ieri, per capire se appartengano all’uomo in questione. Il sospetto responsabile dell’esplosione del camper a Nashville sarebbe Anthony Quinn Warner, un uomo bianco di 63 anni. 

Migliaia di israeliani hanno manifestato contro il premier Benjamin Netanyahu fuori dalla sua residenza a Gerusalemme, chiedendone le dimissioni. Da oltre sei mesi, oppositori del leader del Likud invocano un suo passo indietro alla luce del processo per corruzione, frode e abuso di fiducia che lo vede sul banco degli imputati, mentre il Paese si avvia alle quarte elezioni nel giro di due anni. Due alberi di Natale sono stati dati alle fiamme davanti due Chiese di Sakhnin, cittadina israeliana a prevalenza araba in Galilea. Lo ha denunciato l’Assemblea degli Ordinari Cattolici di Terra Santa condannando l’accaduto. 

L’esercito Gna di al-Sarray e le forze del maresciallo Khalifa Haftar si sono scambiati prigionieri nel quadro dell’accordo di cessate il fuoco firmato lo scorso 23 ottobre a Ginevra. Lo scambio è avvenuto nell’area di Shuwerif, nel sudovest del paese sotto la supervisione di notabili delle città di Zawiya, Sabratha e Zintan, oltre a vari responsabili militari, stando al ‘Libya Observer’. 

Sgomento e unanime condanna ha suscitato in Perù la conferma della morte di Jorge Munoz Saavedra, un ambientalista di cui non si avevano più notizie da una settimana, ed il cui cadavere è stato rivenuto in un sacco di plastica in un terreno abbandonato del distretto di Pitipo, nella regione settentrionale peruviana di Lambayeque. Il ministero dell’Ambiente (Minam) a Lima, riferisce il quotidiano La Republica, ha ricordato l’importante lavoro realizzato dalla vittima di denuncia dei “trafficanti di beni archeologici della zona conosciuta come Tambo Real, e dei depredatori dei beni forestali peruviani“.

L’ambasciata ucraina in Bosnia-Erzegovina ha chiesto oggi che venga restituita a Kiev l’icona che il leader serbo-bosniaco Milorad Dodik ha donato al ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov, in visita nei giorni scorsi a Sarajevo. La dirigenza di Kiev sostiene che tale icona – che la Russia nei giorni scorsi ha restituito ai serbo-bosniaci in attesa che venga fatta piena luce sulla sua origine e provenienza – appartiene al patrimonio artistico e culturale dell’Ucraina, e anche oggi ha ribadito la richiesta alle autorita’ serbo-bosniache di fornire spiegazioni su come tale icona possa essere finita in Bosnia-Erzegovina.

Una nuova ferrovia ad alta velocità che collega Yinchuan, capoluogo della Regione Autonoma del Ningxia Hui, con Xi’an, capoluogo della provincia dello Shaanxi, entrambe in Cina occidentale, entrerà in funzione da oggi. In una conferenza stampa tenutasi ieri a Yinchuan, Ma Jian, vice direttore della commissione per lo sviluppo regionale e le riforme del Ningxia, ha detto che il nuovo servizio ferroviario ridurrà i tempi di percorrenza tra Yinchuan e Xi’an da 14 ore a circa tre ore, collegando il Ningxia con la rete ferroviaria nazionale ad alta velocita’ attraverso l’hub dei trasporti di Xi’an. 

Migliaia di camion sono tornati dalla Gran Bretagna dopo che i loro autisti sono stati sottoposti a test rapidi per il coronavirus. Le operazioni continuano poiché molti sono ancora in attesa, secondo quanto riferito dal governo britannico. Il ministro dei Trasporti britannico, Grant Shapps, ha segnalato in un tweet che il vecchio aeroporto di Manstom, dove ieri erano ancora parcheggiati di veicoli in attesa di attraversare la Manica, è già stato svuotato. Secondo Shapps, finora sono stati effettuati un totale di 15.526 test sui camionisti, di cui 36 sono risultati positivi (0,23%) e sono in fase di verifica. Secondo quanto accertato dalla Bbc, da mercoledì un totale di 8.500 camion è rientrato attraverso l’Eurotunnel o con traghetti in partenza da Dover, mentre 1.600 sono bloccati sull’isola. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password