I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

26 Aprile 2021 – Usa, rallenta la crescita demografica. 35 anni fa la tragedia di Chernobyl. Francia, in settimana legge antiterrorismo in Consiglio ministri. Italia, sindacati lamentano poco attenzione Governo sul Pnnr

Nel nuovo aggiornamento Apple per gli Iphone è stato inserito uno strumento che chiederà all’utente l’autorizzazione a essere tracciato e “profilato” l per le ricerche effettuate su internet. La App Tracking Transparency chiederà il permesso, a uso commerciale, per poter tracciare le ricerche online su tutte le altre app. Facebook ha già promesso battaglie legali.

Sono trascorsi 35 anni dall’esplosione al reattore numero 4 della centrale di Chernobyl che scosse l’Europa e il mondo sprigionando nell’atmosfera tonnellate di scorie radioattive. Il piu’ grave incidente nucleare della storia si verifico’ nella notte tra il 25 e il 26 aprile del 1986 durante un test di sicurezza finito nel peggiore dei modi. 

Negli ultimi 10 anni la popolazione Usa è cresciuta solo del 7,4%, la seconda percentuale più bassa nella storia americana dopo quella degli anni ’30 (7,3%), segnati dalla Great Depression: è quanto emerge dall’ultimo censimento del 2020.

Il ministro dell’Interno francese, Gerald Darmanin, presenterà il 28 aprile al Consiglio dei ministri il contestato progetto di legge sull’antiterrorismo. Il testo, che era in cantiere da diverse settimane, arriva cinque giorni dopo l’attentato di matrice islamista avvenuto a Rambouillet, fuori Parigi, dove un cittadino tunisino ha ucciso a pugnalate una poliziotta prima di essere abbattuto dagli agenti a colpi di arma da fuoco.

Il ministro degli esteri somalo Mohamed Abdirizak si sta dirigendo a Washington, dove dovrebbe incontrare i legislatori statunitensi e il segretario di Stato Usa, Antony Blinken.

Sulla governance è stato “predisposto uno schema interistituzionale, a più livelli. In questo modello il ruolo delle organizzazioni sindacali non e’ esplicitato adeguatamente, nè sono definiti e garantiti livelli di negoziazione, di confronto preventivo e di monitoraggio nè sugli investimenti nè sulle riforme“. Ad affermarlo, in una nota congiunta, Cgil, Cisl e Uil.

Se i lanci di razzi dalla striscia di Gaza continueranno, Israele sta comunicato che la reazione militare sarà più dura rispetto ai recenti attacchi mirati alle postazioni di Hamas.

Nel quinto anniversario dell’arresto di Ahmadreza Djalali, Scholars At Risk (Sar), il network internazionale a difesa della libertà accademica e i diritti degli studiosi di tutto il mondo, rimane allarmata per la sua continua detenzione e per il ripetuto rifiuto di fornirgli adeguate cure mediche. 

Il processo di civili da parte di tribunali militari, iniquo per natura, non rispetta gli standard internazionali e regionali. Nella Libia orientale, questi procedimenti avvengono in segreto e a volte in assenza di avvocati e imputati, pregiudicando qualsiasi apparenza di giustizia. Il ricorso a tribunali militari per i civili è un’evidente cortina di fumo attraverso la quale le Laaf e i gruppi armati affiliati esercitano il proprio potere per punire gli oppositori e per diffondere un clima di paura“. A dichiaro Diana Eltahawy, vicedirettrice di Amnesty International per il Medio Oriente e l’Africa del Nord. 

Sarebbero almeno duecento le vittime degli scontri tra oromo e amhara, i due piu’ grandi gruppi etnici dell’Etiopia, che si sono accesi nella regione settentrionale dell’Amhara la scorsa settimana. 

Il procuratore generale degli Stati Uniti, Merrick Garland, ha annunciato che il dipartimento di Giustizia sta avviando un’indagine sul dipartimento di polizia di Louisville, Kentucky, in relazione alla morte dell’afroamericana Breonna Taylor, uccisa da un agente di polizia durante una perquisizione nella sua abitazione. 

Sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco altri due dei venti studenti rapiti martedì scorso da uomini armati dall’università di Greenfield, nello Stato nigeriano del Kaduna. Il ritrovamento dei corpi è stato comunicato dalle autorità locali, che venerdì scorso avevano recuperato i cadaveri di altri tre dei ragazzi rapiti nei pressi del villaggio di Kwanan Bature.

Il colloquio telefonico di oggi tra il presidente russo, Vladimir Putin, e l’omologo francese, Emmanuel Macron, ha avuto al centro il conflitto nel Donbass, l’area dell’Ucraina controllata dai separatisti filorussi. Lo riferisce una nota del Cremlino, la quale sottolinea che durante la conversazione “è stata espressa preoccupazione per l’escalation di tensioni nel Sud Est dell’Ucraina“. Il presidente russo ha poi sottolineato la “natura assurda delle accuse e delle iniziative di Praga contro la Russia“.

Il governo di Nicolas Maduro ha confermato oggi che diversi membri delle Forze Armate Nazionali Bolivariane (Fanb) sono morti nelle ultime 72 ore durante “sanguinosi” combattimenti contro “gruppi armati irregolari colombiani” nello stato di Apure, al confine con la Colombia.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password