I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

26 Agosto 2020 – L’Nba si ferma per Jacob Blake. Prove di dialogo tra Francia e Cina. Libia, UE difende missione Irini. Siria, schermaglie Usa-Russia. Monito Pechino agli Usa: lancia due missili nel Mar Cinese

La protesta per il caso Jacob Blake stoppa il basket americano. L’Nba ha deciso di rinviare tre partite di playoff in programma dopo che i Milwaukee Bucks avevano reso noto di non voler disputare la sfida di gara 5 contro Orlando Magic per richiamare l’attenzione sul ferimento del giovane afroamericano in Wisconsin da parte della polizia. Intanto Trump, ha deciso di inviare i federali e la guardia nazionale a Kenosha, nel Wisconsin, città alle prese da tre giorni con disordini e proteste dopo il ferimento, da parte della polizia, di un giovane afroamericano, Jacob Blake. “Non resteremo a guardare saccheggi, incendi, violenze, illegalità nelle strade americane. La mia squadra ha appena parlato con il governatore Evers che ha concordato di accettare assistenza federale (Portland dovrebbe fare lo stesso!)” ha tuonato il presidente degli Stati Uniti.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, riceverà venerdì il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, che questa settimana é impegnato in un tour in Europa in mezzo all’alta tensione tra Pechino e Washington. Il Capo dell’Eliseo, ha reso noto la presidenza, lo riceverà alle 15.30 al palazzo presidenziale come parte del “dialogo strategico” tra Francia e Cina. L’escalation militare tra Pechino e Washington sale a livelli di guardia nelle acque intorno alla Cina: alla rilevazione nella no-fly zone di un aereo spia U-2 americano, l’Esercito popolare di liberazione ha risposto con un “chiaro avvertimento” lanciando due missili, tra cui un ‘killer di portaerei’, nel mar Cinese meridionale. 

A proposito della Libia, “abbiamo esaminato l’operazione Irini e il suo contributo all’attuazione dell’embargo sulle armi delle Nazioni unite. Penso che l’operazione abbia dimostrato la sua utilità, il suo valore e la sua imparzialità. Sta seguendo il mandato Onu, oltre cui non può andare”. Così l’alto rappresentante per la Politica estera dell’Unione europa, Borrell, dopo la riunione informale dei ministri della Difesa europei a Berlino.

Quattro soldati americani sono rimasti feriti questa settimana dopo una lite con le forze russe nel nordest della Siria. Lo riferisce Politico.

La giunta militare che ha preso il potere in Mali dopo la destituzione del presidente Ibrahim Boubacar Keita ha comunicato ai mediatori della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (Cedeao) l’intenzione di rimanere al potere per un periodo di transizione di tre anni. lo ha confermato oggi il capo negoziatore della Cedeao, l’ex presidente nigeriano Goodluck Johnatan

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password