I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

23 Ottobre 2020 – Polonia, in migliaia alle manifestazioni contro divieto di aborto. Biden deride Trump sul piano AntiCovid. S&P grazia l’Italia. Greenpeace boccia Ue su PAC. Prove di accordo Sudan-Israele

Migliaia di persone sono scese in piazza, in diverse città della Polonia, per protestare contro il divieto quasi totale di aborto, in un Paese che ha già alcune delle restrizioni più severe dell’Ue. I manifestanti si sono radunati in diverse città, furiosi per la sentenza di ieri dalla Corte costituzionale polacca secondo cui la legislazione esistente che consente l’aborto di feti malformati sia “incompatibile” con la protezione della vita.

La campagna di Joe Biden ha creato il dominio TrumpCovidPlan.com che apre una pagina recante la scritta “Not found” (non trovata). Sotto la spiegazione: “Il piano di Trump per sconfiggere il coronavirus e riaprire in sicurezza non esiste“. Per Trump “Joe Biden parla sempre di Covid perchè vuole spaventare la gente. In realta’ stiamo voltando l’angolo” e ribalta la pagina “Not found” dell’avversario sulla mancanza di idee per il 99,8% del resto dei problemi degli americani.

S&P Global Rating stima che l’economia italiana si contrarrà di circa il 9% quest’anno, per poi rimbalzare del 6,4% l’anno prossimo, sulla base dell’ipotesi che un vaccino efficace contro la Covid-19 sia ampiamente disponibile entro la seconda metà del 2021 o che gli effetti della pandemia si attenuino. L’outlook migliora. Inoltre prevede che il debito pubblico si attesterà al 149,8% del Pil alla fine del 2020, prima di stabilizzarsi a circa 147,1% del Pil nel 2021. Promette innalzamento rating con avvio riforme strutturali, annuncia taglio senza consolidamento fiscale e ripresa. La pandemia COVID-19 – si legge nel comunicato di S&P Global Rating – ha colpito duramente l’economia italiana; secondo le nostre proiezioni, il Pil non tornera’ ai livelli del 2019 fino al 2023″. 

Oggi il Parlamento europeo ha approvato la proposta legislativa per la Politica agricola comune dell’Ue (PAC), in continuità con un accordo siglato all’inizio di questa settimana tra i tre maggiori gruppi parlamentari (PPE, S&D, Renew), e senza migliorie per la protezione di ambiente o clima. “Così com’è la proposta della PAC tutela solo gli interessi dei maggiori produttori industriali e dei proprietari terrieri più ricchi. Agricoltori, natura e ambiente sono stati messi da parte da una manciata di potenti deputati del Parlamento europeo, e gli obiettivi climatici dell’Ue sono ora a rischio“.

Gli Usa hanno imposto sanzioni ad un istituto di ricerca russa legato presume l’intelligence americana allo sviluppo di un pericoloso programma informatico denominato Triton in grado di disabilitare i sistemi di sicurezza di varie infrastrutture, causando ad esempio esplosioni o incendi. Lo rende noto il dipartimento di Stato americano. Nella blacklist è finito l’istituto centrale per la ricerca scientifica nella chimica e nella meccanica (TsNIIKhM).

La Compagnia petrolifera nazionale libica (Noc) ha annunciato la ripresa delle esportazioni di petrolio da due terminal chiave nell’Est del paese disseminato di conflitti, mentre le amministrazioni rivali hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco. 

 “Il governo sta per avviare la procedura ufficiale per la normalizzazione delle relazioni con Israele. L’informativa del primo ministro è pronta e appena sarà formato l’organo legislativo di transizione, cosa che avverrà in tempi rapidi come previsto dalla dichiarazione costituzionale, la misura sarà approvata“. Così Haider Badawi Sadiq, un portavoce del governo sudanese.

Il primo ministro tunisino Hichem Mechichi ha ordinato la riapertura del valico di frontiera con la Libia di Ras Jedir, fatto salvo il rispetto di un protocollo sanitario concordato con la controparte libica.

Gli Stati Uniti hanno avvertito che le loro relazioni con la Turchia potrebbero essere seriamente compromesse dal test del sistema missilistico russo S-400 recentemente effettuato da Ankara, e confermato dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan

Il Cremlino ignora che cosa intendesse il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, quando ha parlato di “progressi” sulla soluzione per il Nagorno-Karabakh. Lo ha ammesso il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov.

Le autorità sanitarie federali americane hanno autorizzato la ripresa degli studi statunitensi sul candidato al vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca e dell’Università di Oxford. Lo riporta il Wall Street Journal che cita una persona che ha familiarita’ con la materia.Le autorita’ sanitarie federali americane hanno autorizzato la ripresa degli studi statunitensi sul candidato al vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca e dell’Universita’ di Oxford. Lo riporta il Wall Street Journal che cita una persona che ha familiarità con la materia. 

La polizia britannica ha ritrovato un vaso cinese del XV secolo della dinastia Ming del valore di 2,5 milioni di sterline (2,7 milioni di euro), rubato in Svizzera lo scorso anno. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password