I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

22 Luglio 2021 – Legge Usa Dem vuole bloccare informazioni sull’emergenza sanitaria non omologate a quelle del Governo. Russia, export tax su alluminio ne fa volare il prezzo. Macron pronto a reagire contro attacco Pegasus. Ema ammette rari casi di danni neurodegenerativi con vaccino Johnson&Johnson

Assicurarsi che i social network si assumano precise responsabilità per quello che riguarda la disinformazione online, soprattutto in casi di emergenza sanitaria come quella legata alla pandemia di Covid-19. E’ quanto prevede una proposta di legge avanzata dai senatori democratici statunitensi Amy Klobuchar e Ben Ray Luja’n, che mira a responsabilizzare i colossi della tecnologia per la diffusione di disinformazione sanitaria.

Il mercato fisico dell’alluminio inizia a scontare gli effetti dell”export tax‘ varata dal governo di Mosca. I premi sull’alluminio hanno assistito nelle ultime settimane a un vera e proprio balzo verso l’alto sui mercati internazionali tanto da spingere il premio negli Usa al record storico di oltre i 660 dollari la tonnellata. Particolarmente violenta anche la dinamica in Europa dove i premi per la billetta da estrusione hanno superato in Germania i 1200 dollari la tonnellata. 

Il presidente francese Emmanuel Macron ha tenuto una riunione di emergenza sulla sicurezza informatica per valutare le possibili azioni del governo dopo le notizie secondo cui il suo cellulare e quelli dei ministri del governo potrebbero essere stati presi di mira da spyware Pegasus.

Il vaccino anti-Covid Johnson and Johnson può causare un raro disturbo neurodegenerativo, la sindrome di Guillain-Barrè. Lo ha dichiarato l’Ema dopo aver esaminato 108 casi segnalati in tutto il mondo, secondo quanto riportato dal Guardian

Il procuratore generale del Mississippi chiede alla Corte Suprema americana di capovolgere la Roe v Wade, la sua storica sentenza del 1973 con la quale è stato legalizzato l’aborto a livello nazionale. 

Sono almeno venti, 22 secondo alcune stime, i detenuti morti durante le rivolte che hanno riguardato 2 carceri ecuadoriane nei giorni scorsi. Altre decine (almeno una cinquantina) sono rimaste ferite; fra di loro anche alcuni agenti di polizia. 

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha respinto oggi una bozza di risoluzione presentata dalla Russia e appoggiata dalla Cina che chiedeva l’abolizione della figura dell’Alto rappresentante internazionale in Bosnia-Erzegovina dal 31 luglio 2022. 

Israele ha ottenuto lo status di osservatore nell’Unione africana, che reclamava da alcuni anni. 

Il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodriguez ha respinto oggi le nuove sanzione volute dal presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, contro un ristretto gruppo di responsabili delle forze di sicurezza di Cuba, definendole “infondate e calunniose“.

Il ministro della Difesa brasiliano, il generale Walter Braga Netto, ha smentito di avere messo in discussione lo svolgimento delle elezioni presidenziali del prossimo anno per le preoccupazioni sul voto elettronico. “Si tratta di una nuova disinformazione che genera instabilità tra i poteri della Repubblica in un momento che richiede l’unione nazionale“.

Il Programma venezuelano di educazione all’azione sui diritti umani (Provea) e il centro di ricerca Fundacio’n Centro Gumilla hanno documentato che durante il primo semestre del 2021, in Venezuela, ci sono state 825 presunte esecuzioni extragiudiziali, perpetrate dagli apparati di sicurezza nel paese. 

Il viceministro allo Sviluppo economico, Gilberto Pichetto, ha firmato per l’emissione di un francobollo commemorativo dedicato alla presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, scomparsa prematuramente lo scorso 15 ottobre. La data di emissione è stata fissata per il primo anniversario della scomparsa.

Un tribunale russo ha multato le società di social media statunitensi Facebook e Twitter per non aver eliminato contenuti dichiarati illegali.

Gli inviati speciali per l’Afghanistan di Italia, Francia, Germania, Norvegia, Regno Unito e Stati Uniti si sono riuniti oggi a Roma, accolti dal Sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano. Come informa una nota della Farnesina, “la riunione di Roma ha confermato l’impegno dell’Italia e dei Paesi rappresentati a sostenere la mediazione ed in particolare a supportare l’azione degli Stati Uniti per un accordo politico fra le parti“. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password